Forlì, controllo del territorio: 3 sanzionati perché a spasso dopo il coprifuoco

Forlì, ieri il Questore, Lucio Aprile, ha disposto con ordinanza servizi straordinari per la prevenzione dello spaccio di stupefacenti e per la verifica del rispetto della normativa anti-covid. Sono state impiegate pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, della Sezione di Polizia Stradale di Forlì, della Polizia Locale di Forlì, del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna e Unità Cinofile antidroga del Reparto di Bologna, con i cani “Irvin“ e “Jago“. L’attività si è svolta in particolare all’uscita del casello autostradale ove è stato attuato un posto di controllo dei veicoli in arrivo in città. Controllati anche i luoghi di aggregazione giovanile, segnatamente il parco “incontro” di via Ribolle e altri parchi cittadini oggetto di segnalazioni episodi di micro criminalità. Tra le zone monitorate anche l’area prossima ai musei San Domenico dove due giovani sono stati trovati in possesso di un modico quantitativo di sostanza stupefacente e, per questo, segnalati alla Prefettura per illecito amministrativo.

Complessivamente, sono state identificate centocinquanta persone e fermati settantatre veicoli. Controllati anche tredici esercizi pubblici al fine di verificare l’osservanza della normativa anti-contagio. Tre persone sono state sanzionate in tarda serata, per non aver rispettato l’orario del c.d. coprifuoco. Una di queste, cittadino rumeno, sprovvisto anche della mascherina, insofferente al controllo, si e resa responsabile di resistenza a pubblico ufficiale.
Sono stati altresì sottoposti a controllo numerosi pregiudicati attualmente destinatari di misure restrittive disposte dalla magistratura, senza rilevare irregolarità.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...