Cremona, evade e contravviene agli obblighi di dentenzione, 30enne egiziano arrestato dai Carabinieri

Cremona, I Carabinieri del Comando Stazione di Soresina hanno eseguito l’ordine di carcerazione, per espiazione pena, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Mantova nei confronti di B.M.I.A.M. classe 1991, cittadino egiziano,  pregiudicato e disoccupato, per il rato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il 30enne egiziano, ormai da molti anni residente nel Comune di Soresina (CR), dal 09 febbraio 2021 si trovava in regime di detenzione domiciliare presso la sua abitazione per espiare la pena di 1 anno, 2 mesi e 11 giorni, così come disposto dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Brescia perché, tra marzo e novembre 2011, insieme ad altri soggetti, aveva reiterato il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Noncurante degli obblighi e dei divieti previsti dalla misura cautelare alla quale era sottoposto, B.M.I.A.M. nel mese di marzo è contravvenuto per ben tre volte a quanto previsto dal regime della detenzione domiciliare: in due occasioni infatti, durante i controlli messi in atto dai Carabinieri di Soresina, il 30enne è stato trovato presso la sua abitazione in compagnia di un soggetto pregiudicato mentre, il 29 marzo, i militari lo hanno addirittura sorpreso fuori dal suo domicilio.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Queste tre violazioni hanno condotto i Carabinieri di Soresina a deferire il cittadino egiziano per evasione e violazione degli obblighi prescritti; ciò ha fatto scattare l’aggravamento della misura e pertanto il Tribunale di Sorveglianza di Mantova, ne ha disposto il trasferimento presso il carcere di Cremona.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...