Crema, laboratorio di marijuana clandestino a conduzione familiare: arrestati padre, madre e figlio

Crema (Cremona), laboratorio di marijuana clandestino a conduzione familiare: arrestati padre, madre e figlio.
Continua incessante l’attività da parte del Commissariato di P.S. di Crema di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti destinate soprattutto ai giovani e ai clienti di locali della zona.
In tale contesto, a seguito di mirati servizi investigativi, personale di questo Ufficio attenzionava un gruppo di giovani in un parcheggio ubicato in questa via 4 Novembre, luogo notoriamente frequentato da persone dedite allo spaccio ed al consumo di stupefacenti.
Uno di essi, un cittadino italiano di anni 20, residente nel cremasco, si allontanava a piedi costringendo gli operanti ad inseguirlo e dopo un centinaio di metri veniva bloccato e trovato in possesso di un bilancino di precisione, una bustina con residui di sostanza del tipo Marijuana e banconote di vario taglio.
Ritenendo che il denaro fosse il provento dello spaccio di stupefacenti e che il bilancino servisse per la preparazione delle dosi veniva effettuata una perquisizione nell’abitazione del predetto nella quale conviveva con i genitori.
A seguito dell’atto veniva individuato all’interno del box, una sorta di ripostiglio occultato con dei pannelli in cartongesso ove era stata ricavata una stretta apertura nascosta da una lastra di metallo.
Nel vano vi era una vera e propria serra perfettamente allestita e funzionante con pannelli in polistirolo per l’isolamento termico, ventilatori per l’aerazione e lampade a raggi UV per il riscaldamento, composta da nr.25 piantine di Marijuana dell’altezza di circa 1.5 m. con numerose infiorescenze.
Emergendo elementi tali da far ritenere che I genitori avessero allestito la coltivazione per produrre lo stupefacente che poi il figlio smerciava ai coetanei nelle c.d. “piazze di spaccio” di Crema, i tre venivano tratti in arresto ai sensi dell’art. 73 del DPR 309/90 (coltivazione, produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente).
La donna veniva condotta presso la Casa Circondariale di Brescia mentre il padre e figlio associati presso quella di Cremona.
Nei giorni scorsi il GIP del Tribunale di Cremona ha convalidato gli arresti.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...