fbpx

Cosenza, sa di essere positiva al COVID ma viola la quarantena per lavorare nel ristorante di famiglia

Cosenza, personale della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. Corigliano-Rossano, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine Calabria Settentrionale, hanno effettuato dei controlli finalizzati alla verifica del rispetto delle normative vigenti inerenti l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La perfetta sinergia tra gli uomini della Polizia di Stato, il cittadino, e gli uffici della Protezione Civile, hanno consentito di controllare in modo efficace le diverse segnalazioni riguardanti cittadini irrispettosi delle citate leggi nazionali e regionali.

In particolare la moglie del titolare di un noto ristorante, positiva al Covid, veniva sorpresa dal personale della Polizia di Stato all’interno del locale a ricevere gli ordinativi degli avventori e a servirli ai tavoli, priva di mascherina di protezione e in violazione all’Ordinanza del Sindaco del Comune di Corigliano-Rossano che gli imponeva la quarantena domiciliare.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Con grande discrezione e senza creare panico o allarmismo alcuno, il personale operante procedeva, ad identificare i molti avventori presenti nel locale, i quali venivano invitati ad uscire con l’intimazione di permanere in affidamento fiduciario previo contatto della competente ASL.

La donna è stata deferita all’A.G. competente ed il locale chiuso con l’obbligo di sanificazione prima della riapertura e comunque riapertura possibile solo al termine della quarantena imposta dall’ASL.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×