Coronavirus: ipotesi blocco totale, trasporti, uffici e negozi fermi in Lombardia

Gallera: “Non reggiamo altri 15 giorni così”. L’ipotesi evidenziata è inasprire le misure per ridurre ad minimo ogni tipo di contagio, un vero e proprio coprifuoco, la battaglia in atto per sconfiggere l’epidemia che in 2 settimane a visto balzare il numero dei contagi a 9172 in tutta italia e 5469 in Lombardia. SITUAZIONE IN TEMPO REALI DEL CONTAGIO DA CORONAVIRUS IN ITALIA E NELLE VARIE REGIONI Regione Lombardia sta pensando a misure più estreme per cercare di arginare l’emergenza Coronavirus,  Gallera : “è arrivato il momento di inasprire, di fermare anche il trasporto, i negozi e le attività produttive” necessaria se non cala il numero di contagi e l’espansione dell’epidemia “chiudere per 15 giorni almeno tutta la Lombardia”, “può servire a per ridurre o bloccare la diffusione” ribadendo il concetto di emergenza anche a livello sanitario e delle strutture che stanno ospitando i molti pazienti affetti da coronavirus “altri 15 o 20 giorni con una crescita così forsennata dei ricoveri non li reggiamo”.  Gli esercizi commerciali che offrono servizi di prima necessità, farmacie, supermercati continueranno a funzionare. Il numero di posti nelle terapie intensive deve far fronte alla richiesta di pazienti affetti dal virus e con complicanze, strutture in “affanno”, al momento non si possono fare previsione ma solo contenere il più possibile i contagi e di conseguenza la richiesta negli ospedali. L’unico modo, in assenza per ora di un vaccino, è interrompere la diffusione del contagio.Le persone devono rimanere a casa, se le indicazioni e le esortazioni del decreto non bastano, bisogna inasprire”. Articolo di Lorenzo Chiaro
 

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...