Coronavirus, “chiusure a Milano da lunedì?”, Beppe Sala: “prima dire come verrà aiutato chi chiude”

Milano, “un lungo inverno di grande difficoltà” dice il Sindaco di Milano, Beppe Sala, e mentre le categorie colpite dall’ultimo Dpcm, tornano in piazza per protestare contro le chiusure, dice Sala “per come la vedo io il governo deve avere un ruolo importante in tutto ciò. Non è che voglio scaricare tutte le responsabilità sul governo, ma il punto fondamentale è che si può chiudere, ma prima di chiudere bisogna dire a chi subirà le chiusure” aggiunge il Sindaco di Milano “come verrà aiutato”.

“Le restrizioni previste dal Dpcm, sommate a quelle che riguardano specificatamente la nostra regione, si sono rivelate utili per il contenimento del virus” dice il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, spiegando che lunedì farà il punto della situazione con l’Anci e con i sindaci dei capoluoghi di Provincia e la valutazione di eventuali ulteriori misure “sulla base dei dati che, secondo quanto ci dicono i nostri esperti, può essere un indicatore “credibile” per capire come evolve il quadro sanitario ed epidemiologico”

La Lombardia nel frattempo ha superato la soglia dell’Rt2 ed è entrata nello scenario 4.

Si cerca di correre ai ripari con l’apertura dei Centri diagnostici territoriali, dove il paziente viene visitato e potrà quindi essere inviato a casa in tele-monitoraggio oppure, se necessario , spiega l’assessore al Welfare Giulio Gallera “direttamente al ricovero in reparto saltando quindi il passaggio in pronto soccorso”.

Articolo di Lorenzo Chiaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...