Como, donna tenta di derubare anziano signore

Como, Nella mattinata di ieri un equipaggio della Squadra Volante della Polizia di Stato durante l’ordinario servizio di controllo del territorio transitando in questa via Bellinzona notava una donna che si intratteneva a parlare con un uomo anziano, molto distinto, e che alla vista dell’auto della Polizia, con fare sospetto, si allontanava celermente.
Gli agenti insospettiti dall’atteggiamento della donna la raggiungevano per procedere ad un controllo e alla richiesta di esibire i documenti forniva ai poliziotti una carta di identità romena
dichiarando al contempo di essere domiciliata in provincia di Milano senza però riuscire a dare agli operatori una valida spiegazione del perché si trovasse in quel luogo.
Nel frattempo gli agenti prendendo contatti con l’uomo che la donna aveva avvicinato poco prima del loro arrivo, appuravano che era stato avvicinato dalla donna con la banale scusa di sapere che ore fossero e di aver notato che lei guardava con insistenza il suo orologio, del valore di commerciale di circa 2.000,00 euro e che alla vista degli operatori improvvisamente si allontanava.
Accompagnata in Ufficio per le operazioni di rito, a carico della donna identificata per F. A. del ’90, risultavano numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, in particolare
per furto e furto con destrezza mediante l’utilizzo della “tecnica dell’abbraccio” reato, quest’ultimo, per il quale la donna aveva riportato anche una condanna nel 2018, oltre a due divieti di dimora nelle provincie di Parma e Mantova inflitti dalle rispettive autorità giudiziarie.
Terminate le formalità di rito la donna è stata accompagnata presso il locale Ufficio Immigrazione che ha provveduto a far emettere dal Prefetto un provvedimento di allontanamento dal Territorio Nazionale ai sensi dell’art. 20 comma 1 del Dlgs. N. 30/2007 con obbligo di lasciare il territorio nazionale entro dieci giorni.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...