fbpx
CAMBIA LINGUA

Catania, i ritrovamenti archeologici non fermano i lavori di riqualificazione in Piazza Cardinale Pappalardo

Assessore Parisi: «Allo stato attuale non ci sono ritrovamenti che giustifichino una sospensione dei lavori»

Catania, i ritrovamenti archeologici non fermano i lavori di riqualificazione in Piazza Cardinale Pappalardo.

«Allo stato attuale non ci sono ritrovamenti che giustifichino una sospensione dei lavori, ferma restando la nostra disponibilità a modificare, qualora fosse necessario, il cronoprogramma e le modalità degli stessi».

Lo ha reso noto Sergio Parisi, assessore ai Lavori Pubblici e fondi comunitari di Catania, dopo il ritrovamento di alcune porzioni di mura e reperti vari di epoca presumibilmente medievale, nel cantiere per la riqualificazione di Piazza Cardinale Pappalardo.

«Peraltro – ha spiegato l’assessore Parisi – prima ancora che si aprisse il cantiere, d’intesa con la Soprintendenza, il Comune ha incaricato un professionista con la mansione di sorvegliante archeologico in fase di esecuzione dei lavori di scavo, perché si immaginava che ci potesse essere questa evenienza. Ci sono già stati diversi sopralluoghi tecnici nel cantiere e altri avverranno nei prossimi giorni, affinché vi sia un costante monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori di rigenerazione della piazza».

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il progetto di riqualificazione del Comune di piazza Cardinale Pappalardo, approvato lo scorso anno su proposta dell’assessore Parisi, prevede interventi volti alla decementificazione e alla valorizzazione delle aree destinate al verde, contribuendo a rafforzare l’identità del luogo e la sua attrattività nei confronti di chi vi abita e la frequenta.

catania

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×