fbpx
CAMBIA LINGUA

Capodanno, 45enne uccisa da colpo di pistola a una festa coi parenti. 703 interventi dei vigili del fuoco per incendi.

Lo sparo partito dall'interno della casa, a centrarla è stato un proiettile di una pistola calibro 380 mentre nell'abitazione c'era un ritrovo di parenti, una decina di persone.

Capodanno, 45enne uccisa da colpo di pistola a una festa coi parenti. 703 interventi dei vigili del fuoco per incendi.

Un’altra donna in gravi condizioni in ospedale, rimasta vittima di un proiettile vagante mentre guardava i fuochi d’artificio dal suo balcone a Napoli.

Il colpo di pistola è partito dall’interno della casa dove stava festeggiando il Capodanno, colpendo la 45enne Concetta Russo, la donna, ferita alla testa, è stata soccorsa e portata al Cardarelli, dove è morta poco dopo il ricovero. La morte provocata dal colpo, un proiettile di una pistola calibro 380, dove nell’abitazione c’era un ritrovo di parenti.

Le indagini proseguono con la raccolta delle testimonianze dei presenti da parte dei Carabinieri che hanno rinvenuto e sequestrato il proiettile calibro 380. Concetta Russo lascia un marito e due figli maggiorenni. La donna nativa di Napoli, si era trasferita a Pantigliate, un comune nell’area metropolitana di Milano, ed era tornata ad Afragola (Napoli) proprio in occasione delle festività natalizie.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Sempre a Napoli, nel quartiere Forcella, un’altra donna è rimasta ferita mentre assisteva dal balcone di casa ai fuochi d’artificio, e sarebbe stata colpita all’addome da un proiettile vagante.

Il bilancio dei botti esplosi nella notte di Capodanno tra Napoli e provincia è di 35 persone ferite, di cui tre minori. Tra i feriti anche un 50enne ricoverato in prognosi riservata all’ospedale napoletano Vecchio Pellegrini per ferita da arma da fuoco alla spalla destra.

Sempre a Napoli, un’automobile ha preso fuoco, in via dell’Epomeo, quartiere Pianura, forse per essere passata sopra un petardo lanciato dall’alto nel corso dei festeggiamenti ed esploso proprio in quel momento.

A Bagnoli due persone sono rimaste ferite a causa dello scoppio di petardi, le vittime sono un 33enne ferito da un petardo al sopracciglio destro e un 47enne per ustione della coscia sinistra. Nel Cagliaritano un uomo di 50 anni è stato trasportato in ospedale al Brotzu di Cagliari in codice rosso per l’esplosione di alcuni petardi, facendogli perdere due dita.

A Foggia un ragazzo di 17 anni ha subito l’amputazione della mano sinistra, ed un uomo di 47 anni di San Severo ha subito l’amputazione di quattro dita per l’esplosione di fuochi d’artificio.

A Roma e provincia sono sedici le persone ferite durante il Capodanno, due dei quali trasportati in ospedale in gravi condizioni, molti gli interventi effettuati dai vigili del fuoco nel corso della notte, dovuti in gran parte a incendi di cassonetti o soccorsi a persona all’interno di abitazioni e ascensori bloccati,  oltre a diversi incidenti stradali.

A Vittoria Apuana a Forte dei Marmi (Lucca), un ragazzino di 15 anni ha riportato l’amputazione di due dita della mano destra a causa dell’esplosione di alcuni petardi, sul posto è intervenuta in codice rosso l’automedica e un’ambulanza, ora si trova ricoverato nel reparto di pediatria, mentre a Grosseto un ragazzino è rimasto gravemente ferito per lo scoppio di un petardo, il minorenne è stato portato in elisoccorso all’ospedale di Careggi (Firenze).

Ben 703 interventi da parte dei vigili del fuoco.

Sono stati 703 stanotte gli interventi dei vigili del fuoco per incendi riconducibili ai festeggiamenti di Capodanno. Tta i molti interventi incendi di cassonetti e alcune autovetture.

Il numero degli interventi

In Emilia Romagna, sono stati 101. In Piemonte 46, Lombardia 69, Veneto e Trentino Alto Adige 47, Friuli Venezia Giulia 21, Liguria 42, Toscana 49, Marche 25, Umbria 22, Lazio 74, Abruzzo 16, Molise 1, Campania 38, Basilicata 6, Calabria 9, Puglia 60, Sicilia 52, Sardegna 25.

ambulanza

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×