Canicattì, non è soddisfatto dei lavori sulla sua auto, così prende a schiaffi l’addetta: denunciato

Canicattì, personale della Polizia di Stato, nei giorni addietro, si recava presso una nota concessionaria, poiché era stata segnalata al 112 – N.U.E. un’aggressione in atto. Sul posto gli Agenti del Commissariato di P.S. identificavano la richiedente, dipendente della concessionaria, la quale riferiva che poco prima era stata aggredita e presa a schiaffi da un cliente che era rimasto insoddisfatto dei lavori di riparazione dell’autovettura. Quest’ultimo, durante l’aggressione, danneggiava il mobilio presente nella sala vendite e nello specifico colpiva con una sedia due monitor ed una stampante ed altri suppellettili che si trovavano sopra la scrivania, facendoli cadere per terra. La denunciante riferiva agli agenti di avere cercato di fermare l’aggressore, ma questi reagiva con violenza e rabbia, prima colpendola al viso con degli schiaffi e poi la spingeva facendola sbattere sulla vetrata, dopo di ciò si allontanava velocemente. La donna al momento dell’aggressione, si trovava da sola nella sala vendite dell’autosalone, mentre in officina vi era presente il meccanico, il quale, richiamato dal rumore e dalle grida, interveniva in suo aiuto, cercando di rincorrere l’autore dell’aggressione ma invano poiché già si era allontanato. In seguito alla patita aggressione la donna, visibilmente scossa, si recava al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì ove il medico di turno la giudicava guaribile in gg 3 di prognosi. Il personale del Commissariato di P.s. di Canicattì, dopo aver sentito diversi testimoni e dopo aver visionato le immagini immortalate dall’impianto di videosorveglianza dell’attività commerciale, riusciva celermente ad identificare l’autore del reato e per i fatti soprannarrati è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Agrigento per i reati di lesioni e danneggiamento.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...