Cagliari, rocambolesco inseguimento con la droga in moto: due arrestati

Rinvenuti 290gr di marijuana in moto e quasi 2,5kg in casa

Cagliari, rocambolesco inseguimento con la droga in moto: due arrestati.

Stanotte alle ore 00:30 a Cagliari, al termine dei necessari accertamenti e di un rocambolesco inseguimento, i carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia, coadiuvati da personale delle Stazioni di Stampace e Villanova, hanno tratto in arresto nella flagranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso e resistenza a pubblico ufficiale, nonché deferito in s.l. per ricettazione in concorso un 28enne e un 32enne entrambi di Assemini, il primo è stato denunciato anche per il possesso di arnesi atti allo scasso ed il secondo altresì per il reato di porto di oggetti atti ad offendere (art. 4 l. 110/75).

L’inseguimento

I militari operanti, alle precedenti ore 22:45, nel corso di un servizio di pattuglia, mentre erano fermi all’intersezione semaforica tra viale Trieste/via Sauro, sono stati sorpassati dal motociclo Honda SH, intestato a Motostore S.r.l., denunciato quale oggetto di furto il 09 giugno scorso, il cui conducente, identificato nel 28enne, non ha rispettato la luce semaforica rossa e si è diretto, a velocità sostenuta, verso la via Roma, affrontandola contromano.

L’equipaggio, dato che l’autista del mezzo non aveva ottemperato all’invito a fermarsi e aveva proseguito la marcia percorrendo pericolosamente le vie del centro, avvertita la centrale operativa, ha intrapreso un inseguimento che si è concluso nella stessa via Roma, ove gli occupanti del motociclo sono stati intercettati da un altro equipaggio, sopraggiunto in ausilio su ordine della centrale operativa di Via Nuoro.

Nella circostanza, il conducente, per eludere il controllo, si è diretto al centro della carreggiata dove ha perso il controllo del mezzo e, rialzatosi dopo esser caduto a terra unitamente al passeggero, si è dato ancora alla fuga.

La cattura

Il conducente è stato però presto catturato e posto in sicurezza mentre il passeggero, per sottrarsi al controllo, si è tuffato nello specchio d’acqua del porto antistante da cui, poco dopo, è riemerso autonomamente, consentendo ai militari la sua identificazione. Quest’ultimo, a bordo di ambulanza, è stato trasportato presso l’ospedale SS. TRINITÀ, ove al termine dei controlli, è stato dimesso e successivamente condotto in caserma. I carabinieri hanno rinvenuto, fissate al gancio portaborsa del motociclo, n. 3 buste in plastica, contenenti complessivi 290 gr. di marijuana.

La perquisizione e gli arresti

Inoltre, a seguito di perquisizione, il 28enne è stato trovato in possesso di un grimaldello mentre il 32enne aveva con sé un coltello a serramanico e una bustina in cellophane contenente 14 gr. di marijuana, il tutto custodito in un marsupio rinvenuto nella sua disponibilità.

La perquisizione è stata estesa alle residenze degli interessati e ha consentito di rinvenire nell’abitazione del primo della sostanza da taglio, ulteriori 103 gr. di marijuana ed arnesi atti allo scasso, mentre presso l’abitazione del 32enne sono stati recuperati 3 bilancini di precisione, complessivi 2.254 gr. di marijuana, n. 15 pasticche di ecstasy, del peso di 16,12 gr. nonché materiale per il confezionamento. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, mentre il motociclo verrà oggi restituito al legittimo proprietario. Su disposizione della Procura della Repubblica i due arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Uta.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...