Cagliari, mercato di armi da fuoco: cedute illegalmente 11 pistole nel 2021, arrestate 3 persone

Cagliari, mercato di armi da fuoco: cedute illegalmente 11 pistole nel 2021, arrestate 3 persone.

I carabinieri della Stazione di Pula unitamente a quelli della Sezione Operativa della Compagnia cagliaritana, hanno dato esecuzione a un’ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere e quella degli arresti domiciliari, emesse dal Gip presso il Tribunale di Cagliari su conforme richiesta della locale Procura, rispettivamente nei confronti di un trentunenne incensurato di Pula, di un ventiquattrenne incensurato di Cagliari, e di un 22enne anch’egli nato e residente nel capoluogo sardo, già gravato da precedenti denunce. I tre sono ritenuti responsabili a vario titolo, dei reati di cessione illegali di armi il primo, e gli altri due in concorso di porto e detenzione illegale di armi e detenzione abusiva di munizioni. Il provvedimento scaturisce da una tempestiva e articolata attività d’indagine condotta dai due reparti dell’Arma a cominciare dal mese di dicembre 2021. La vicenda scaturisce dall’acquisto e dalla successiva cessione nei mesi di novembre e dicembre 2021 di 11 (undici) pistole e 50 cartucce da parte del primo dei denunciati nei confronti degli altri due. Dalle risultanze investigative è emerso che quest’ultimo, per saldare debiti di droga, avendo titolo legittimo a possedere armi da fuoco, durante l’acquisto presso talune armerie site in varie località della Sardegna quali Oristano, Tortolì ed Olbia, si era accompagnato con i restanti due indagati ai quali aveva successivamente ceduto le pistole. Mentre il primo è stato semplicemente ristretto agli arresti domiciliari, gli altri due sono stati tradotti presso la casa circondariale di Uta.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...