Cagliari, chiude a chiave il coinquilino nella sua stanza: 50enne denunciato

Cagliari, è proprio vero: col passare degli anni si diviene sempre meno tolleranti. Non è facile per gli studenti universitari convivere in un’abitazione con altri studenti più o meno conosciuti, ci si ritrova in tale condizione per ragioni di convenienza, per abbattere, dividendoli, i costi. Ognuno ha la propria stanza, mentre bagni, cucina, frigorifero e soggiorno sono condivisi. Non è semplice trovare un modus vivendi, perché ognuno ha le proprie abitudini, i propri standard d’igiene e propensione all’ordine. Con gli anni poi le abitudini diventano dei dogmi e allora tutto si complica, perché nessuno fa un passo indietro. Così, ieri sera, a conclusione di alcuni accertamenti non troppo complessi e a seguito dell’audizione a verbale degli interessati, i carabinieri di Monserrato hanno denunciato in stato di libertà per violenza privata (ma saremmo ai limiti dal sequestro di persona), un 50enne di Quartu Sant’Elena, tecnico di laboratorio che, al termine di un alterco per futili motivi di banale convivenza, all’interno dell’abitazione di Monserrato che condivide con altri uomini, al culmine di una vivace polemica, ha minacciato di gravi ripercussioni, rinchiudendolo a chiave nella sua stanza, un coinquilino di nove anni più giovane di lui, che è stato successivamente liberato a seguito dell’intervento di un terzo coinquilino della medesima abitazione.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...