Brindisi, litigano in un parcheggio usando armi improprie: la polizia interviene e li denuncia

Due uomini armati di mazza da baseball e fiocina hanno litigato pesantemente in un parcheggio dopo che uno aveva buttato rifiuti in bidoni dell’immondizia di un condominio non di propria appartenenza.

Brindisi, litigano in un parcheggio usando armi improprie: la polizia interviene e li denuncia.

L’incessante attività di prevenzione e repressione dei reati in genere e dei servizi di controllo del territorio disposta dal Questore Annino Gargano, ha visto, nella giornata di ieri, le pattuglie dell’UPGSP Sezione Volanti intervenire in un parcheggio di un supermercato del rione Commenda di Brindisi in seguito ad una lite scoppiata per futili motivi.

Due automobilisti hanno dato vita ad un’accesa discussione durante la quale uno dei due contestava all’altro di lasciare arbitrariamente i rifiuti in contenitori di pertinenza di un condominio diverso da quello in cui abita. I toni si sono inaspriti al punto che il primo dei due uomini ha impugnato un fucile da sub che portava con sé nell’abitacolo della propria vettura mentre l’altro, senza esitare, ha impugnato una mazza da baseball custodita nell’abitacolo della sua auto. Prima che la cosa degenerasse ulteriormente, l’uomo che impugnava la mazza da baseball avrebbe cercato di allontanarsi, mentre l’altro, senza fare partire la fiocina del fucile da sub, avrebbe “picchettato” con la punta della stessa fiocina il lunotto posteriore dell’auto del suo contendente mandandolo in frantumi.

Dopo pochi minuti, giungeva sul posto una Volante della Questura che rintracciava immediatamente l’uomo che aveva impugnato la mazza da baseball, ma non colui che gli aveva mandato in frantumi il lunotto in quanto si era allontanato.

Gli accertamenti effettuati dai poliziotti avevano permesso di rintracciare anche l’altro protagonista di questa vicenda che ha rischiato di finire in tragedia e, dopo aver ricostruito la dinamica dei fatti, entrambi i “litiganti” venivano denunciati in stato di libertà per porto abusivo di oggetti atti ad offendere; all’uomo che aveva utilizzato il fucile da sub erano stati contestati anche i reati di danneggiamento aggravato e minacce aggravate.

Sia il fucile da sub sia la mazza da baseball erano stati sottoposti a sequestro per essere messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Brindisi, litigano in un parcheggio usando armi improprie: la polizia interviene e li denuncia

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...