Bolzano, tre cittadini stranieri arrestati in zona Stazione della Polizia: si tratta di due cittadini gambiani e di un tunisino in possesso di sostanze stupefacenti

Bolzano, Pomeriggio di giovedì molto intenso per gli uomini della Polizia di Stato in servizio a Bolzano, impegnati nell’incessante attività di controllo della zona che circonda la Stazione Ferroviaria

Gli operatori del Reparto Prevenzione Crimine “Lombardia” di Milano, da mesi presenti a fianco dei colleghi della Questura, hanno tratto in arresto, per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, un cittadino gambiano di 30 anni, con precedenti legati allo spaccio di stupefacenti.

Gli Agenti, infatti, dopo aver proceduto al sequestro di un involucro contenente 2,47 grammi di hashish a carico di un cittadino marocchino, segnalato come abituale consumatore di sostanze stupefacenti, hanno individuato il presunto spacciatore che si trovava nelle vicinanze in compagnia di altri connazionali. 

Il predetto, alla vista dei poliziotti, ha cercato immediatamente di allontanarsi a bordo di una bicicletta, ma poi, vistosi raggiunto, ha iniziato ad insultarli pesantemente ed a minacciarli di morte, scagliandosi contro uno di loro e colpendolo con calci e pugni. L’operatore, per arginare la violenza, è stato costretto a far uso dello spray urticante.

A questo punto, il cittadino gambiano ha sollecitato l’aiuto da parte dei connazionali lì presenti, che hanno circondato i poliziotti, urlando anch’essi frasi minacciose.

Dopo attimi di forte tensione, il trentenne è stato immobilizzato e caricato a bordo di una Volante, che ha provveduto a trasportarlo in sicurezza presso gli Uffici della Questura,  dove è stato dichiarato in arresto ed associato alla locale Casa Circondariale.

Nella mattinata odierna lo stesso verrà giudicato per direttissima.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...