Bolzano, stava forzando un camper con una forbice, segnalato da un cittadino

Grazie alle segnalazioni diversi cittadini, la polizia ha potuto trarre in arresto una persona e denunciato tre persone, recuperando gli oggetti rubati

Bolzano, stava forzando un camper con una forbice, segnalato da un cittadino.

Esserci sempre è il motto della Polizia di Stato che ha recentemente celebrato il 170° anniversario della sua fondazione sottolineando il costante impegno a fianco dei cittadini che, da parte loro, rispondono con grande senso civico all’invito di farsi parte attiva segnalando i reati di cui sono testimoni.

La giornata del 15 aprile è stata un esempio emblematico di quanto possa essere fruttuosa la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine.

Il primo episodio è avvenuto nel corso della mattinata al mercato rionale di via Rovigo e la protagonista è stata una cittadina modello che ha notato lo strano comportamento di due uomini che davano l’impressione di seguire un anziano signore. La donna, insospettita, li ha tenuti d’occhio e, ad un certo punto, ha notato uno dei due che con mossa fulminea si impossessava del portafogli dell’uomo, senza che questi se ne accorgesse, per poi allontanarsi rapidamente, assieme al complice, in direzione delle vicine passeggiate.

Immediata la chiamata al “112” e fondamentale la dettagliata descrizione dei due autori del furto che l’operatore della Sala Operativa della Questura, con grande professionalità, è riuscito a raccogliere allertando immediatamente le pattuglie sul territorio.

Una pantera della Squadra Volante si è portata immediatamente sulle passeggiate riuscendo a sorprendere i due borseggiatori che cercavano di nascondersi dietro un cartellone pubblicitario. Con l’ausilio di un altro equipaggio della Volante e di una pattuglia della Squadra Mobile i due, accompagnati in Questura e sottoposti ad un’accurata perquisizione, sono stati trovati in possesso del portafogli, contenente quasi 300 euro in contanti, delle tessere bancomat ed altri documenti intestati al proprietario.

L’uomo, un bolzanino di 84 anni, rintracciato presso la sua abitazione ha dichiarato agli agenti della Squadra Mobile di essersi accorto solo una volta rientrato a casa di non essere più in possesso del portafogli, ricordandosi di due uomini che, dopo averlo leggermente urtato alle spalle, si erano scusati ed immediatamente allontanati.

La Squadra Mobile ha quindi raccolto la sua denuncia procedendo all’individuazione fotografica dei due autori del furto attraverso le preziose testimonianze di chi ha assistito al borseggio. Al termine i due malfattori sono stati denunciati a piede libero.

Nel pomeriggio ad allertare il Numero Unico di Emergenza “112” è stato un ragazzo, che mentre mangiava un gelato nei pressi di Ponte Talvera, assieme a degli amici, si è accorto della sparizione della sua bicicletta e dello zainetto che si trovava nel cestino anteriore. Il giovane è riuscito a fornire all’operatore della Centrale Operativa la posizione del cellulare che si trovava all’interno dello zainetto e che si stava muovendo in direzione di via Cassa di Risparmio.

L’immediato allertamento di tutte le pattuglie sul territorio ha consentito a due operatori della Squadra Mobile, che si trovavano in zona per degli accertamenti e ad una pantera della Volante, di rintracciare l’autore del furto che stava percorrendo la via Leonardo Da Vinci a bordo della bicicletta rubata. Anche in questo caso è stato immediatamente restituito al legittimo proprietario e l’autore del furto è stato denunciato a piede libero.

E’ stato invece arrestato in flagranza di reato il 31 enne pluripregiudicato che nella tarda serata è stato sorpreso in flagrante mentre stava commettendo un furto all’interno di un camper posteggiato in via Macello.

Anche in questo caso è stata fondamentale la segnalazione di un cittadino che, transitando nella zona, ha notato l’uomo nell’atto di forzare un oblò del camper per mezzo di una grossa forbice ed ha immediatamente allertato la Centrale Operativa della Polizia attraverso il “112”.

Immediato l’invio sul posto delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia che affiancano quotidianamente gli equipaggi della Volante per effettuare mirati e specifici controlli nelle zone maggiormente a rischio della città.

I poliziotti, avvicinatisi con cautela, hanno notato la figura di un uomo che si muoveva all’interno del camper utilizzando la torcia del cellulare e provvedevano, prontamente, a bloccarlo trovandolo in possesso di un portafogli con all’interno la somma di quasi 200 euro, di alcune carte di credito e di una pochette da donna contenente un anello ed una catenina. Al predetto è stata inoltre sequestrata la grossa forbice, con lama di oltre 16 centimetri, che aveva utilizzato per forzare la finestrella del camper.

I poliziotti sono quindi riusciti a rintracciare i proprietari del mezzo, una coppia di turisti, assieme ai quali hanno effettuato un sopralluogo riscontrando che il camper era stato completamente messo a soqquadro dal ladro ma che null’altro era stato asportato oltre a quanto già recuperato dalla Polizia. Comprensibile la soddisfazione della coppia che è rientrata in possesso di tutti i suoi beni.

Il pregiudicato, dopo essere stato sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici, è stato quindi associato presso la locale Casa Circondariale.

Gli operatori del Reparto Prevenzione Crimine, non si sono comunque fermati all’arresto ed hanno proseguito, instancabili, con la loro opera di controllo, denunciando uno spacciatore sorpreso in via Perathoner con circa 10 grammi di hashish e 9 di marijuana, che teneva occultati in una scarpa ed allontanando con appositi provvedimenti due stranieri che bivaccavano consumando alcolici nei pressi dei Giardini della Stazione.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...