fbpx

Bolzano, possedeva un chilo di marijuana, arrestato

Gli agenti notando l’evidente stato di agitazione manifestato dal guidatore e del passeggero, hanno proceduto alla perquisizione dell'auto

Bolzano, possedeva un chilo di marijuana, arrestato.

Il fine settimana è atteso da molti per recuperare le fatiche della settimana e dedicarsi allo svago, mentre per qualcuno rappresenta l’occasione per cedere alla voglia di “sballo”. E’ così che nei giorni prefestivi si fa spesso più pressante la richiesta dei consumatori di stupefacenti e, di conseguenza, si intensifica la lucrosa attività dei venditori senza scrupoli.

Proprio per questo, ben conoscendo il fenomeno, la Questura di Bolzano nei fine settimana incrementa l’attività di controllo, predisponendo mirati servizi di contrasto alle attività di spaccio.

Così, nel pomeriggio di venerdì scorso, l’equipaggio di una Volante in servizio di controllo nel centro cittadino notava un’autovettura in sosta ed una persona nei pressi della stessa, che, al passaggio della Pantera, saliva repentinamente a bordo.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

I poliziotti pertanto decidevano di avvicinarsi al veicolo e proprio in quel momento, sempre in maniera palesemente frettolosa, saliva a bordo un secondo uomo con in spalla uno zainetto.

Vedendo avvicinarsi la Volante, il conducente dell’auto ingranava la retromarcia, tentando di partire velocemente, ma il mezzo veniva bloccato dalla Pantera, i cui uomini, nel frattempo, avevano richiesto l’ausilio di un’altra pattuglia.

Considerate le strane manovre compiute dal guidatore e l’evidente stato di agitazione manifestato da entrambi, i poliziotti decidevano di vederci chiaro e sottoponevano il veicolo e gli occupanti ad una perquisizione.

L’attività dava i suoi frutti: nello zaino veniva rinvenuto un grosso involucro in cellophane a forma di “uovo”, occultato all’interno di un maglione . Non appena squarciato lo strato più esterno dell’involucro, i poliziotti venivano investiti da un fortissimo ed inequivocabile odore.

Continuando a scavare nello spesso strato di cellophane, recuperavano circa un chilo e cento grammi di sostanza stupefacente, che, poi sottoposta ad indagine tecnica, reagiva al test per la “marijuana”.

Il possessore dell’ingente quantità di stupefacente era quindi tratto in arresto ed associato presso la locale Casa Circondariale, mentre la posizione del conducente della vettura sarà sottoposta ad ulteriori verifiche.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×