Bologna, rompe il naso ad una donna con un calcio, 25enne moldavo in attesa di udienza per arresto

Bologna, insieme a lei c'erano altri 2 uomini, li ha seguiti e aggrediti senza motivo

Bologna, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di hanno arrestato un 25enne moldavo per resistenza e oltraggio a un pubblico ufficiale e lesioni personali. E’ successo verso le ore 22:30 di sabato in Piazza VIII Agosto, quando i militari intervenivano in soccorso di una donna che era stata ferita al volto da uno sconosciuto. Questo, dopo aver aggredito, prima verbalmente, poi fisicamente, i Carabinieri intervenuti a soccorso della donna, veniva identificato in un 25enne moldavo, domiciliato a Bologna. La malcapitata, 34enne peruviana, veniva trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore per una probabile frattura nasale. Stando alla ricostruzione dei fatti, il fermato, dopo aver importunato la donna e altri due peruviani che erano con lei a bordo dell’autobus Tper, Linea 27, mentre rientravano a casa, dopo essere scesi in Piazza VIII Agosto, li aveva seguiti e aggrediti senza motivo e, dopo averla percossa e fatta cadere a terra, le aveva sferrato un calcio in faccia. Il Moldavo, aveva poi riversato la sua aggressività anche nei confronti dei Carabinieri intervenuti aggredendoli, tanto che si è reso necessario adoperare lo spray al “peperoncino” per renderlo inoffensivo e bloccarlo definitivamente. Condotto in ospedale anche perché era in evidente stato di ebrezza alcolica, mentre veniva visitato, ha nuovamente scalciato contro i Carabinieri che lo hanno definitivamente bloccato. L’uomo è stato sedato dai medici e dopo aver smaltito la sbornia, su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, è stato tradotto in camera di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Ovviamente, è stato sanzionato anche per aver violato la normativa anti Covid-19.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...