Bologna, perseguitato dall’ex chiede aiuto ai Carabinieri

L'uomo era costretto a dormire sul camion

Bologna, perseguitato dall’ex chiede aiuto ai Carabinieri.

I Carabinieri della Stazione Bologna Corticella, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bologna, hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare nei confronti di una 49enne marocchina, indagata per atti persecutori e lesioni personali ai danni dell’ex compagno, connazionale, 39enne, autotrasportatore. La 49enne è stata sottoposta al divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, con l’obbligo di mantenere una distanza minima di almeno 500 metri.

Le molestie

La donna non aveva accettato la fine del loro rapporto, conclusosi alcuni mesi fa dopo una breve relazione e aveva iniziato a molestare il compagno da cui era attratta fortemente, non accettando l’idea di perderlo o di vederlo in compagnia di altre donne.

La situazione era diventata talmente pesante che il 39enne, impaurito dalle improvvise irruzioni che l’ex compagna faceva sotto casa e sul posto di lavoro, aveva iniziato a dormire sul camion che utilizzava per lavorare. In una circostanza, nel mese di aprile u.s., la donna lo aveva sorpreso alle spalle, aggredendolo e strappandogli la maglietta. Nell’occasione, il malcapitato aveva riportato alcuni graffi sul corpo, era stato medicato sai sanitari del 118 e giudicato guaribile in 3 giorni.

Il divieto di avvicinamento

Non intravedendo altra soluzione il marocchino 39enne ha chiesto aiuto ai Carabinieri, i quali al termine dei loro accertamenti hanno relazionato all’Autorità Giudiziaria che ha applicato nei confronti dell’assillante donna la misura cautelare del divieto di avvicinamento.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...