Biella, scoperta una piantagione di marijuana, due arresti e più di 15 kg di droga sequestrati

Biella, l’incessante attività investigativa di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti posto in essere dalla Polizia di Stato ha permesso di individuare e stroncare, un altro canale di rifornimento di sostanze stupefacenti destinate al mercato di questo capoluogo. In particolare, i poliziotti della Sezione Antidrogadella Squadra Mobile della Questura di Biella attraverso disposti e mirati servizi di osservazione e controllo tesi ad arginare lo spaccio delle sostanze stupefacenti, riuscivano a scovare e ad individuare un canale di rifornimento di sostanze stupefacenti. Le indagini svolte dai poliziotti per individuare la rete di spaccio, li hanno portati a localizzare un appartamento quale probabile luogo in cui veniva confezionata la sostanza stupefacente

Nello specifico, nella serata del giorno 15 maggi 2021, in Biella, gli investigatoridella Questura di Biella, diretti dal Commissario Capo Filippo Cocca, eseguivano la perquisizione dellabitazione di un 25enne ove rinvenivano 2.5 grammi di hashish e la somma di diverse decine di migliaia di euro in contanti. Nella vettura in uso al giovane veniva rinvenuto un mazzo di chiavi che lo stesso, escusso in merito, dichiarava di proprietà di un suo coetaneo. I poliziotti, appresa linformazione, a seguito di perquisizione locale e personale eseguita presso l’abitazione di questultimo, rinvenivano una coltivazione allestita con tecniche professionali di 44 piante di marijuana in diversi stati vegetativi; lo stesso inoltre, era in possesso di 150 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana e della somma di alcune centinaia di Euro nonché di materiale utile al confezionamento dello stupefacente. Ulteriori approfondimenti consentivano di accertare che i giovani avessero in uso un ulteriore locale, nei pressi dellabitazione di uno dei due. Presso tale immobile venivano rinvenuti 13.75 kg di hashish e 1.5 Kg di marijuana. Per tali rinvenimenti i due uomini venivano tratti in arresto in concorso tra loro per il reato di traffico e coltivazione di sostanze e stupefacenti ed associati presso la Casa Circondariale di Biella a disposizione dellA.G. competente


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...