Bergamo, nuove misure di prevenzione in seguito a numerosi reati in città

Bergamo, Nel mese di agosto il Questore della provincia di Bergamo, anche su proposta dei Comandi Compagnie Carabinieri, ha adottato misure di prevenzione, dirette ad evitare la commissione di reati da parte di determinate categorie di soggetti, considerati socialmente pericolosi, a carico dei quali sono stati acquisiti elementi tali da ritenerli persone abitualmente dedite a commettere reati.

In particolare nelle ultime due settimane la Divisione Polizia Anticrimine, ha operato sul versante dei provvedimenti di allontanamento con Foglio di Via Obbligatorio con divieto di fare ritorno in Bergamo od in altri comuni della provincia, senza preventiva autorizzazione, per un periodo di tre anni, interessando 13 persone di cui 6 cittadini italiani e 7 stranieri. Ulteriore invito a mutare la propria condotta è stato adottato a carico di 12 persone, di cui 7 italiani e 5 stranieri, raggiunte dal provvedimenti di Avviso Orale.
Le relative proposte hanno riguardato soprattutto individui che, controllati su strada, sono risultati pregiudicati per reati contro il patrimonio, e la loro presenza nel territorio poteva legittimamente ritenersi finalizzata unicamente a consumare reati come truffe o furti, in special modo nei confronti di anziani.
In particolare tre Fogli di Via e due Avvisi Orali sono stati assunti in seguito alla rissa in strada avvenuta nel tardo pomeriggio del 24 agosto 2020 in Torre Pallavicina (BG) che ha visto coinvolte due fazioni contrapposte, una composta da cittadini stranieri ed una formata da italiani, armati di bastone e strumenti atti ad offendere, originata da futili motivi, al seguito della quale 12 persone sono state deferite, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...