Bergamo, indiziato come l’autore di più furti commessi nel mese di Luglio

Bergamo, personale della Squadra Mobile e dell’U.P.G.S.P. ha sottoposto a fermo di indiziato di delitto il pluri-pregiudicato GHIDONI Tiziano (1977), resosi autore di più furti con strappo, commessi nel corrente mese di Luglio in pieno centro cittadino.

L’attività di indagine aveva inizio sabato 18 luglio 2020: nella mattinata, infatti, una donna del 1970 veniva scippata in questa piazza Matteotti, a pochi metri dal palazzo comunale. La vittima descriveva l’autore quale un giovane sui 35-40 anni che, a bordo di un motoveicolo nero, le aveva strappato con violenza la borsa, allontanandosi verso viale Papa Giovanni XXIII.

Il pomeriggio del successivo martedì 21 Luglio vi era un ulteriore, analogo episodio: una donna del 1964, mentre camminava con il proprio nipotino in via Garibaldi, veniva affiancata da un uomo che circolava a bordo di un motoveicolo nero, che le strappava la borsa e si dava alla fuga. In questo caso la donna riusciva a ricordare che l’uomo indossava una felpa rossa con una stella, ed aveva tatuaggi alle gambe, che notava in quanto il malvivente indossava pantaloncini corti. Dalle immagini delle telecamere dei circuiti di videosorveglianza, gli investigatori appuravano che il motoveicolo utilizzato dal malavitoso era un Kymco Agility di colore nero, trafugato in città lo scorso 15 luglio: era pertanto probabile che l’uomo avesse asportato il veicolo per poi porre in essere gli scippi.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

La prima serata del 22 luglio l’uomo commetteva il terzo scippo: una donna del 1956, mentre in via Zambonate attendeva di attraversare la strada nei pressi dell’incrocio semaforico vicino all’esercizio commerciale COIN, veniva scippata dal medesimo soggetto, anche stavolta, come si evinceva dalla telecamere, a bordo del solito Kymco Agility rubato: lo scippatore, che indossava la stessa felpa rossa con la stella, asportava la borsa della signora nella quale vi erano, tra le altre cose, la tessera sanitaria ed un paio di occhiali da sole poco comuni.

Alla luce del luogo in cui si era verificato il terzo episodio, gli investigatori ponevano in essere un’attenta visione delle telecamere del centro cittadino, al fine di ipotizzare quale potesse essere stata la via di fuga, e, tramite un’attenta analisi, riuscivano a trovare il motoveicolo, parcheggiato in una via della Malpensata. Venivano quindi disposti dei continui e discreti servizi di appostamento e pedinamento, al fine di attendere che l’uomo, di cui ancora si sconoscevano le generalità, riprendesse il veicolo, verosimilmente per commettere ulteriori reati predatori. La pazienza degli agenti veniva premiata la tarda mattina di sabato 25 luglio 2020, allorquando un soggetto del tutto corrispondente alle descrizioni delle tre vittime, anche stavolta con la famigerata felpa rossa con la stella, e con evidenti tatuaggi alle gambe, prelevava lo scooter e si dirigeva presso il parcheggio dell’ipermercato Auchan di questa via Carducci.

L’uomo stava avvicinandosi a due donne con le borse a tracolla, verosimilmente per porre in essere un ulteriore scippo, allorquando veniva fulmineamente bloccato dagli uomini della Sezione “Reati contro il patrimonio” della Squadra Mobile e da una Volante dell’U.P.G.S.P.
Il malvivente veniva identificato per GHIDONI Tiziano, annoverante innumerevoli precedenti penali e di Polizia , quasi esclusivamente per reati analoghi, a cui, durante la perquisizione, venivano rinvenuti la tessera sanitaria e gli occhiali da sole asportati alla terza vittima, durante lo scippo avvenuto in via Zambonate, nei pressi della COIN. L’uomo veniva inoltre riconosciuto dalla prima delle vittime, ovvero la donna scippata in piazza Matteotti, che aveva avuto modo di vederlo in viso prima che le strappasse la borsa.
GHIDONI Tiziano, soggetto  veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto e tradotto presso la casa circondariale di via Gleno.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...