Bergamo, controlli per la sicurezza pubblica durante la pandemia

Bergamo, NONOSTANTE L’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA IN ATTO, L’ATTIVITA’ DELLA QUESTURA DI BERGAMO, NELL’AMBITO DELLA PREVENZIONE PER GARANTIRE LA SICUREZZA PUBBLICA E LA TUTELA DELL’ORDINE PUBBLICO, NON HA SUBITO INTERRUZIONI.
IL QUESTORE, SU PROPOSTA DELLA DIVISIONE POLIZIA ANTICRIMINE, DALL’INIZIO DELL’ANNO 2020, HA FIRMATO ED EMANATO:
N. 139 PROVVEDIMENTI DI “FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO”,
N. 75 PROVVEDIMENTI DI “AVVISO ORALE”,
N. 3 PROPOSTE PER L’APPLICAZIONE DELLA “SORVEGLIANZA SPECIALE DI PUBBLICA SICUREZZA” A CARICO DI SOGGETTI DI APPURATA PERICOLOSITA’ SOCIALE,
N. 21 PROVVEDIMENTI “D.A.SPO.”
N. 7 PROVVEDIMENTI DI “AMMONIMENTO” IN MATERIA DI ATTI PERSECUTORI.
OLTRE ALL’ATTIVITA’ DI ACCERTAMENTO DEGLI UFFICI DELLA POLIZIA DI STATO SUL TERRITORIO PROVINCIALE, PREZIOSA SI E’ RIVELATA ANCHE LA COLLABORAZIONE OFFERTA DAI COMANDI TERRITORIALI DELL’ARMA CARABINIERI E DELLE POLIZIE LOCALI NELL’INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI POSSIBILI DESTINATARI DI QUESTI PROVVEDIMENTI.
GLI INTERESSATI ALLE MISURE SI SONO IN PARTICOLARE EVIDENZIATI PER AVER COMMESSO O TENTATO DI COMMETTERE REATI CONTRO IL PATRIMONIO O TRUFFE IN DANNO DI FASCE DELLA POPOLAZIONE PARTICOLARMENTE VULNERABILI, COME GLI ANZIANI.
RILEVANTE CHE, SEBBENE LA MAGGIOR PARTE DEI SOGGETTI RAGGIUNTI DAI PROVVEDIMENTI FOSSERO RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI BERGAMO, NON SIANO MANCATI ANCHE I RESIDENTI IN AMBITI PROVINCIALI LIMITROFI ALL’AREA OROBICA, A CONFERMA DELL’ESISTENZA DI UN PENDOLARISMO CRIMINALE SEMPRE OGGETTO DI MONITORAGGIO DA PARTE DEGLI UFFICI DELLA QUESTURA. E’ IL CASO, AD ESEMPIO, DI UN SOGGETTO DIMORANTE IN PROVINCIA DI PAVIA, AL QUALE E’ STATO IRROGATO UN FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO DAI COMUNI OROBICI, POICHE’ SPECIALIZZATO IN RAPINE NELL’AREA DELLA BASSA BERGAMASCA E DEL BRESCIANO. IL PREDETTO, UNITAMENTE AD UN COMPLICE BERGAMASCO, SI E’ RESO RESPONSABILE DI NUMEROSE RAPINE PRINCIPALMENTE IN DANNO DI FARMACIE E SUPERMERCATI, UTILIZZANDO UNA PISTOLA GIOCATTOLO ED ANCHE UN GROSSO MACHETE BRANDITO ALL’INDIRIZZO DELLE VITTIME DI TURNO. IN UNA CIRCOSTANZA, UNA CLIENTE ALL’INTERNO DEL SUPERMERCATO RAPINATO E’ SVENUTA A CAUSA PESANTI MINACCE SUBITE DAI DUE MALVIVENTI.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...