Bergamo, arrestato uno scippatore di persone anziane dalla Polizia

Bergamo, Personale della Squadra Mobile, a seguito di un’articolata indagine, ha tratto in arresto il pregiudicato VOIRA Aniello, nato a Caserta nel 1989, resosi autore di più furti con strappo.
L’attività di indagine aveva inizio il 26 Agosto 2020, allorquando una donna ottantaduenne, nel quartiere “Celadina”, veniva avvicinata dal VOIRA: questi, con il pretesto di volerle regalare della frutta che sosteneva di tenere all’interno del furgone con cui si muoveva, ne carpiva la fiducia, e fulmineamente strappava alla donna la collana in oro che la stessa portava al collo, dandosi alla fuga a bordo del veicolo appena citato. La vittima, tuttavia, tentava vanamente di ostacolare la fuga del malfattore, aggrappandosi al volante del furgone, ma VOIRA continuava imperterrito nella propria manovra, trascinando la donna per circa 15 metri, facendola rovinare a terra e rotolare lungo l’asfalto. Il malvivente riusciva a darsi alla fuga, e l’ottantaduenne veniva soccorsa, riportando lesioni per 15 giorni di prognosi.
L’attività d’indagine della Sezione “Reati contro il patrimonio” della Squadra Mobile si focalizzava sulla visione delle telecamere, sul modus operandi e sulla conoscenza del territorio e dei soggetti annoveranti precedenti specifici, e pertanto le indagini consentivano di individuare il pregiudicato VOIRA Aniello, annoverante innumerevoli precedenti specifici.
Le indagini consentivano altresì di ricostruire un episodio analogo, avvenuto circa un anno fa nel quartiere della “Malpensata”: in tale occasione il VOIRA avvicinava un sessantacinquenne con il consueto pretesto di voler regalare della frutta, e sempre a bordo del medesimo furgone. Allorquando l’uomo estraeva il portafogli con l’intento di elargire, quale di mancia, una somma di denaro, il VOIRA, con mossa fulminea, strappava dalle mani della vittima tre banconote da 50 euro, dandosi alla fuga.
Le risultanze investigative venivano partecipate all’Autorità giudiziaria, ed il G.I.P. presso il Tribunale di Bergamo emetteva apposita ordinanza di custodia cautelare in carcere, a cui gli uomini della Squadra Mobile davano esecuzione il pomeriggio di sabato 19.9.2020, rintraccianndo il VOIRA nel paese di Carugate(MI), ove lo stesso dimora, e traducendolo presso la casa circondariale di questa via Gleno.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...