fbpx
CAMBIA LINGUA

Belluno: intenso lavoro della Polizia di Stato nei comprensori sciistici durate le festività natalizie

In particolare sono stati i 64 gli interventi effettuati a Falcade, 42 ad Arabba e 23 a Palafavera.

Belluno: intenso lavoro della Polizia di Stato nei comprensori sciistici durate le festività natalizie.

Le festività natalizie sono stati giorni di duro lavoro per gli specialisti della Polizia di Stato in servizio presso i distaccamenti di Arabba, Falcade e Palafavera in Val di Zoldo.
L’enorme affluenza di turisti registrata nelle piste dei vari comprensori sciistici ( dal 23.12.23 al 07.01.24 si sono avuti oltre 840.000 passaggi) ha infatti costretto gli agenti ad effettuare gli “straordinari” ed intensificare i controlli in pista per prevenire incidenti a causa delle condotte spericolate da parte di alcun sciatori imprudenti o non particolarmente esperti.

Oltre 200 gli sciatori fermati ed identificati nel corso di tale attività di prevenzione, mentre ammontano a 21 le sanzioni amministrative elevate, tra cui il ritiro di uno skipass, per condotte imprudenti in pista quali: la velocità eccessiva, il mancato uso del casco da parte del minore, la risalita della pista da parte di sci alpinisti peraltro senza essere muniti dell’attrezzatura di soccorso (ArTva, pala e sonda) e la mancanza dell’assicurazione obbligatoria.

Malgrado l’impegno profuso dagli agenti non stati comunque numerosi gli interventi effettuati per soccorrere le persone vittime di incidenti o scontri in pista: in particolare sono stati i 64 gli interventi effettuati a Falcade, 42 ad Arabba e 23 a Palafavera.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Nello specifico le foto in allegato si riferiscono ad un intervento di soccorso effettuato dal personale specialista della Polizia di Stato avvenuto il 21 dicembre sulla pista n. 6 del comprensorio sciistico di Arabba, dove a seguito di collisione tra due sciatori, uno dei coinvolti, un cittadino sloveno di 31 anni, riportava un trauma cranico che necessitava dell’intervento dell’elisoccorso e del successivo trasporto dell’infortunato all’ospedale di Agordo per ulteriori accertamenti.

Per questo la Polizia di Stato raccomanda a tutti gli amanti dello sci di tenere una condotta in pista sempre una condotta prudente ed adeguata alla condizione della neve, al tipo di pista e soprattutto al proprio livello di abilità; di verificare la funzionalità l’attrezzatura e di munirsi del casco (consigliabile anche ove facoltativo) e dall’assicurazione obbligatoria. Si raccomanda infine di osservare le regole sulla precedenza ( chi viene da monte deve dare la precedenza a chi sta a valle) e di evitare di fermarsi al centro delle piste o comunque negli incroci delle piste.
In caso di dubbi, qualsiasi informazione sulla sicurezza potrà essere richiesta gli operatori della Polizia in servizio che continueranno a vigilare per l’intera stagione per garantire a tutti un “divertimento in pista” in sicurezza.

Belluno: intenso lavoro della Polizia di Stato nei comprensori sciistici durate le festività natalizie

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×