fbpx

Bassano del Grappa (Vicenza): vuole saldare il conto del bar con una carta di credito rubata, denunciato.

Denunciato dalla Polizia di Stato.

Bassano del Grappa (Vicenza): vuole saldare il conto del bar con una carta di credito rubata, denunciato.

Voleva sicuramente utilizzare la carta di credito rubata per saldare il conto delle varie bibite consumate presso un noto bar del centro di Bassano del Grappa, P.B. cittadino italiano del 1996; ma quando ha estratto dal portafogli varie carte di pagamento, di cui una con un meccanismo di funzionamento a scatto che richiudeva un coltellino, si sono tutti insospettiti, tanto da segnalarne la stranezza ad una pattuglia della Polizia di Stato del Commissariato di Bassano del Grappa che transitava in zona.
I Poliziotti, pertanto, hanno chiesto all’uomo di mostrare meglio cosa avesse in mano ed a quel punto hanno potuto verificare come una delle carte di credito fosse una vera e propria arma, con una lama lunga circa 7 centimetri, mentre un’altra risultava rubata pochi giorni fa ad Asiago.
A quel punto, l’uomo è stato condotto in Commissariato ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere e ricettazione.
Il fatto è accaduto la sera di venerdì 1 dicembre, nel pieno centro storico di Bassano del Grappa. L’arma e la carta di credito rubata gli sono state sequestrate.
Nei suoi confronti, inoltre, il Questore della provincia di Vicenza, Dario Sallustio, ha emesso la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Bassano del Grappa per anni 3.
Si rappresenta che la misura è stata adottata di iniziativa da parte dell’Ufficio procedente e che per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna o forme analoghe.

Bassano del Grappa (Vicenza): vuole saldare il conto del bar con una carta di credito rubata, denunciato.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp
×