Aversa, il pusher accetta il POS: 51enne in manette

Cocaina acquistabile con pagamenti bancomat e carte di credito

Aversa (Caserta), il pusher accetta il POS: 51enne in manette.

La notte scorsa ad Aversa, in provincia di Caserta, i carabinieri del Comando Provinciale, nel corso di un servizio di controllo del territorio volto a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, svolto con il supporto dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di un cinquantunenne del luogo.

Atteso il fare sospetto dell’uomo i militari dell’Arma lo hanno identificato e sottoposto a perquisizione personale e veicolare rinvenendo, in suo possesso, tre dosi di cocaina per un totale di gr. 4,8, ed 805,00 euro in contanti.

Perquisizioni e arresto

La successiva perquisizione eseguita presso l’abitazione dell’arrestato ha consentito di rinvenire ulteriori gr. 1,8 di cocaina, oltre a materiale per il taglio ed il confezionamento delle dosi e 2180,00 euro in contanti. Singolare il rinvenimento, insieme allo stupefacente, di un pos abilitato a transazioni con carte di pagamento utilizzato proprio per riscuotere gli importi della vendita della cocaina.

Sono state rinvenute anche numerose carte bancomat e di credito risultate intestate a terzi, potenziali acquirenti.

La perquisizione è stata altresì estesa ad una seconda abitazione dove sono stati trovati, occultati all’ interno di alcuni contatori dell’energia elettrica, ulteriori gr. 172 gr. circa della medesima sostanza. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE), a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...