fbpx
CAMBIA LINGUA

Atto vandalico alla scuola Riello di Vicenza: sospetti su tre giovani

Sono in corso ulteriori indagini, anche con assunzione di informazioni dai residenti della zona e con esame degli impianti di videosorveglianza.

Atto vandalico alla scuola Riello di Vicenza: sospetti su tre giovani.

Vicenza. Alle ore 1.30 dell’8 dicembre, un equipaggio della Polizia di Stato in servizio di “Volante” della Questura è intervenuto a Vicenza, in Via Riello, presso la Scuola Riello, ove era stata segnalato il danneggiamento di una porta d’ingresso e la presenza all’interno di persone non autorizzate.

All’arrivo dei Poliziotti, gli autori si erano già allontanati ma da un primo sopralluogo risultava che effettivamente la porta d’ingresso della palestra era stata aperta e danneggiata, l’interno rovistato, vari vestiti e mobili erano stati gettati a terra, insieme agli addobbi natalizi ed alcuni cartelloni della scuola, anch’essi gettati a terra e danneggiati.

Gli Agenti delle Volanti effettuavano una perlustrazione dell’area esterna, rintracciando nelle vicinanze tre giovani ragazzi (un diciannovenne in compagnia di due minorenni) che non sapevano dare valide giustificazioni in ordine alla loro presenza nella zona.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

I giovani venivano pertanto accompagnati in Questura per gli accertamenti del caso, al cui esito, proprio i due minorenni, risultavano avere a loro carico vari precedenti penali e/o di polizia per reati contro il patrimonio.

La Questura ha così contattato i genitori dei minorenni per riaffidarglieli ma uno dei due genitori ha riferito di non poter allontanarsi dall’abitazione perché affetto da Covid, mentre l’altro non rispondeva al telefono.

Per tale motivo, i Poliziotti hanno riaccompagnato presso le loro abitazioni i due minorenni. La loro situazione è stata segnalata ai Servizi Sociali del Comune per gli eventuali interventi.

Sono in corso ulteriori indagini, anche con assunzione di informazioni dai residenti della zona e con esame degli impianti di videosorveglianza, per accertare se i tre giovani possano essere i responsabili dell’atto vandalico.

scuola

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×