Arrestati 6 latitanti tra Bulgaria e Svezia, colpevoli a vario titolo di furto, spaccio, favoreggiamento dell’immigrazione e sfruttamento della prostituzione

Sono stati localizzati e arrestati in Bulgaria 6 latitanti grazie ad una specifica attività di localizzazione avviata dal Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale in collaborazione con la autorità di polizia bulgare (FAST Team) e l’Ufficio per l’Esperto per la Sicurezza presso l’Ambasciata.

L’attività è partita dall’Italia dove i soggetti erano ricercati da tempo. L’analisi delle informazioni sui loro movimenti ha permesso di acclarare che si erano in realtà rifugiati tutti in Bulgaria, tranne uno che è stato catturato in Svezia. Sono state pertanto attivati i colleghi delle polizie dei due paesi che, nell’ambito della rete ENFAST (  European Network  Fugitives Active Searching Teams), hanno rapidamente sviluppato e approfondito le informazioni fornite dai colleghi italiani arrivando in breve tempo alla localizzazione dei ricercati. Ora sono in corso le procedure di consegna che porteranno a scontare la pena in Italia ai soggetti arrestati.

  1. KRASTYO Nikolov condannato dal Tribunale Ordinario di Roma a 7 anni di reclusione per Partecipazione ad organizzazione criminale. Favoreggiamento dell’immigrazione e sfruttamento della prostituzione
  2. KULIN Georgi Iliev condannato dal Tribunale Ordinario di Napoli a 3 anni per traffico di sostanze stupefacenti
  3. RUZHEV Anton Georgiev condannato dalla Corte di Appello di Milano a 6 anni di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti
  4. TODOROVA Gergina condannata dal tribunale Ordinario di Firenze a 4 anni e 9 mesi di reclusione per furto
  5. DESHEV Stoyan condannato dal Tribunale di fermo a 14 anni e 6 mesi per istigazione e sfruttamento della prostituzione e violenza sessuale nei confronti di minore;
  6. DAMBOV Ivan Stoyanov, localizzato in Svezia, condannato dalla Corte di Appello di Milano a 5 anni e 4 mesi di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti, risultato già detenuto in quel Paese per analoghi reati.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...