fbpx
CAMBIA LINGUA

Anziani maltrattati e legati alle carrozzine: orrore in una Rsa a Sassari

I Carabinieri del NAS: “sistematiche e continue condotte vessatorie, minacce, ingiurie, percosse, pizzicotti, costrizioni fisiche”

Anziani maltrattati e legati alle carrozzine: orrore in una Rsa a Sassari.

La Procura di Sassari ha iscritto 6 persone nel registro degli indagati per maltrattamenti, abbandono d’incapace ed esercizio abusivo della professione. Si tratta del personale di una Rsa per anziani di Sorso, in provincia di Sassari. Sono state eseguite dai Carabinieri del NAS due misure cautelari interdittive per l’amministratrice e una dipendente.

I provvedimenti scaturiscono da un’articolata attività di indagine svolta dai militari del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Sassari, attraverso servizi di osservazione e controllo, investigazioni supportate anche da attività tecniche che hanno permesso di portare alla luce diverse condotte delittuose a carico del personale (responsabile legale e operatrice socio assistenziale) della struttura socio assistenziale e sanitaria per anziani.

In particolare, stando a quanto si apprende dall’ufficio stampa del Comando Generale Carabinieri, le indagini hanno acclarato nei confronti degli indagati gravi indizi di colpevolezza in ordine al reato di maltrattamenti posti in essere nei confronti degli ospiti, “attraverso sistematiche e continue condotte vessatorie, minacce, ingiurie, percosse, pizzicotti, costrizioni fisiche (immobilizzazione mediante legatura alle carrozzine) e condotte omissive dei doveri di solidarietà, mantenendole in condizioni non consone alle loro esigenze di vita, nonché malfunzionamenti strutturali e carenze igienico-strutturali”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

sassari

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×