Agrigento, invasione di campo durante Licata-Giarre: 8 anni di DASPO al tifoso

I fatti sono avvenuti durante la partite valevole per il campionato di serie D

Agrigento, invasione di campo durante Licata-Giarre: 8 anni di DASPO al tifoso.

 

Nella giornata del 10 novembre c.a., personale del Commissariato di P.S. di Licata ha eseguito a carico di L.G., licatese classe 1984, l’ordinanza del GIP del Tribunale di Agrigento di convalida del provvedimento di D.A.Spo. (Divieto di Accedere alle manifestazioni SPOrtive) emesso dal Questore della Provincia di Agrigento.

 

Nel corso dell’incontro sportivo tra le squadre LICATA – GIARRE, valevole per il campionato dilettanti di serie D, avvenuto presso lo stadio comunale “Dino Liotta” in data 22.05.2022, il predetto si era reso protagonista di una condotta considerata pericolosa per l’ordine e la sicurezza pubblica.

 

L’invasione di campo

In particolare, il predetto sostenitore della locale compagine sportiva, che stava assistendo alla gara in argomento nel settore dello stadio destinato alla tifoseria organizzata (ultras), dapprima si poneva nella parte sommitale dell’alta recinzione metallica che delimita il campo di giovo e, poco dopo, la scavalcava indebitamente entrando finanche nel rettangolo del campo di calcio.

 

Pertanto il predetto tifoso, a seguito di detta condotta, che ha rappresentato un concreto pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, causando un iniziale allarme nei giocatori, alla terna arbitrale ed agli addetti al servizio d’ordine con possibile incitamento ad atti emulativi da parte degli altri sostenitori della squadra del Licata, oltre ad aver messo concretamente in pericolo la sua integrità fisica per l’imprudente azione compiuta, veniva segnalato dal personale del locale Commissariato  dalla quale è scaturito la sopra indicata misura di prevenzione con l’emissione del provvedimento di DASPO.

 

Il DASPO

Al citato sostenitore della squadra del Licata, peraltro recidivo poiché già deferito per ben due volte alla A.G. per medesimi fatti e sottoposto ad analoghi provvedimenti, è stato intimato il divieto, per anni 8, di accedere, su tutto il territorio nazionale, ai luoghi ove si svolgono manifestazioni calcistiche organizzate dalla FIGC, dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A, dalla UEFA, dalla Lega Professionisti nazionale serie B, Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti.

 

Inoltre, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato il DASPO emesso dal Questore anche in ordine alle prescrizioni contenute nel provvedimento in questione e, pertanto, il sottoposto avrà l’obbligo, nel periodo di vigenza della misura, di recarsi presso il Commissariato di P.S. di Licata durante lo svolgimento di tutte le partite calcistiche della ASD Licata Calcio, sia quelle effettuate in casa che in trasferta.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...