Agrigento, confiscati beni ad eredi di noto imprenditore

Era stato condannato per bancarotta fraudolenta

Agrigento, confiscati beni ad eredi di noto imprenditore.

Era stato condannato per bancarotta fraudolenta

Lo scorso 23 agosto, la Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Agrigento ed il Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria del Comando Provinciale della Guardia di Finanza hanno dato esecuzione al decreto con cui il Tribunale di Agrigento ha disposto la misura di prevenzione patrimoniale della confisca a carico di Burgio Giuseppe (deceduto nel 2021), e dei suoi eredi. 

Si tratta di 5 immobili, del valore complessivo di 8,2milioni di euro (ad Agrigento, Porto Empedocle, Palermo e Gela), di 14 auto e di 11 rapporti bancari/assicurativi.

Con lo stesso decreto è stato anche disposto e sono stati eseguiti il sequestro e la confisca di 2 magazzini nel Comune di Realmonte, del valore complessivo di 50mila euro. 

Burgio Giuseppe è stato un noto imprenditore nel campo della grande distribuzione alimentare della provincia di Agrigento e in quelle limitrofe. Alla ribalta delle cronache nel 2016, quando fu arrestato dalla Guardia di Finanza di Agrigento nell’ambito dell’operazione “Discount”, perché gravemente indiziato del reato di bancarotta fraudolenta ed altri reati connessi, per i quali poi, nel maggio del 2018, fu condannato, con sentenza del Tribunale di Agrigento, ad 8 anni di reclusione.

sigilli polizia

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...