fbpx
CAMBIA LINGUA

Abusi ambientali, sequestri di droga e auto: operazione interforze a Lamezia Terme.

Controlli e posti di blocco di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza

Abusi ambientali, sequestri di droga e auto: operazione interforze a Lamezia Terme.

Venerdì mattina, all’alba, 150 tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, hanno condotto un’operazione a Lamezia Terme (CZ), in località “Ciampa di Cavallo”, in cui si trova da anni un vasto insediamento rom.

“Controlli, perquisizioni, posti di blocco e verifiche ad esercizi commerciali, alla ricerca di armi, droga e proventi di attività illecite”, si legge nell’ordinanza. A renderlo noto è la Prefettura di Catanzaro.

Sequestri di cocaina, hashish e munizioni, oltre che l’accertamento di diverse violazioni di legge. Questo il risultato dell’operazione ad “alto impatto”, resa efficace e visibile anche grazie all’impiego di “reparti speciali e di rinforzo inviati dal Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Presenti anche la Polizia Locale e i Vigili del Fuoco, oltre che uomini di Enel, Italgas, Aterp, Servizi Sociali, Asp, e la società Lamezia Multiservizi.

lamezia terme

È stata avviata un’attività di monitoraggio degli appartamenti del complesso abitativo di “Ciampa di Cavallo”, dove attualmente dimorano centinaia di persone, “al fine di accertare – continua l’ordinanza – la regolare occupazione degli immobili e l’eventuale presenza di utenze allacciate abusivamente, provvedendo alla chiusura di quelle irregolari e al ripristino dei sigilli ai contatori manomessi”.

Nelle aree comuni esterne, trasformate in discarica a cielo aperto, è stata rinvenuta una considerevole quantità di rifiuti di ogni tipo, tra cui numerose carcasse di veicoli, per un volume complessivo superiore a 60 metri cubi. La zona è stata ripulita e i rifiuti sono stati prelevati per essere smaltiti regolarmente. “Alcuni appartamenti sono risultati insalubri con carenze igieniche, intonaci ammalorati, ambienti con presenza di muffa, umidità e sporcizia, nonché con impianti elettrici precari”.

In totale sono state identificate 488 persone, controllati 182 veicoli, di cui 4 sequestrati, contestate 9 violazioni del Codice della Strada ed elevate 5 contravvenzioni amministrative. L’intera attività è stata controllata dall’alto dagli elicotteri.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×