Coronavirus, presentazione del docufilm ‘A viso aperto’

Milano, 03 settembre. Anche gli assessori regionali all’Ambiente e Clima e al Welfare hanno partecipato alla presentazione del docufilm ‘A viso aperto’.

Il racconto ripercorre, tra Crema e Bergamo, Cremona e Brescia, momenti significativi della pandemia che si è abbattuta con particolare aggressività sul territorio lombardo.

“È una bellissima testimonianza – ha affermato l’assessore regionale al Welfare – che rimarrà imperitura e racconta non solo cosa è successo, ma anche le emozioni vissute dai lombardi in quei momenti. Quando Luigi Ambrogio Crespi, a metà marzo, mi ha detto che avrebbe voluto raccontare la drammatica unicità che stava travolgendo la regione Lombardia, l’ho subito messo in contatto con i direttori dei nostri ospedali di frontiera. La sua creatività ha permesso il racconto della drammaticità di un momento in cui sono emerse le migliori qualità dei lombardi: capacità di resistere, fare squadra, non arrendersi e non darla vinta al virus. È un messaggio molto positivo perché la regione Lombardia è stata travolta, ma non si è piegata ed è ripartita con slancio. In questo docufilm ognuno di noi ha riconosciuto una parte della propria vita in quei giorni”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

“È un docufilm – ha affermato l’assessore regionale all’Ambiente e Clima – che non cede alla retorica di una rappresentazione alla ricerca di un impatto sensazionalistico e non fornisce una lettura di parte. Questo documentario mostra la straordinaria umanità della risposta di tutta l’Italia e, soprattutto, della Lombardia. A volte la solidarietà è stata ‘invisibile’, manifestata non per convenienza personale ma semplicemente come gesto di umanità e di vita, in una devastante situazione di dolore”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...