Napoli, controlli sulla “movida” nel centro storico con sanzioni per un totale di 6000 euro

Napoli, due giorni fa, nell’ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”, gli agenti del Commissariato Decumani, i militari dell’Arma dei Carabinieri tra cui personale del NAS (Nucleo anti sofisticazione), i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e gli agenti della Polizia Locale, con il supporto del Reparto Mobile e del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato controlli nel centro storico e in particolare in piazza del Gesù, via Cisterna dell’Olio, via Benedetto Croce, piazzetta Nilo, Via San Sebastiano, Via Nilo e zona Santa Chiara. Nel corso dell’attività sono state identificate 166 persone, di cui 21 con precedenti di polizia, e controllati 58 veicoli di cui 19 rimossi per sosta vietata, oltre a uno sottoposto a sequestro amministrativo per mancanza di copertura assicurativa.

Gli operatori hanno controllato 22 esercizi commerciali nei quali è stato verificato il possesso della certificazione verde (c.d. green pass) per 156 clienti, e hanno sanzionato la titolare di una gelateria in piazzetta Nilo e il titolare di un bar in piazza San Domenico per carenze igienico-sanitarie; inoltre, personale dell’ASL ha sanzionato i titolari di una toasteria e di un laboratorio di cucina in via Benedetto Croce per mancanza del manuale HACCP (cd. manuale di autocontrollo); per quest’ultimo esercizio è stata disposta la sospensione dell’attività per le scarse condizioni igieniche, il sequestro di 320 bottiglie di acqua minerale perché esposte alle intemperie e la distruzione di 5kg di rosticceria.
Infine, ad alcuni dei locali controllati sono state imposte 41 prescrizioni e irrogate 2 diffide di carattere igienico-sanitario elevando sanzioni per un totale di 6000 euro.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...