Cagliari, il convegno Servire una società che cambia

Cagliari, il convegno Servire una società che cambia.

Il sindaco Paolo Truzzu è intervenuto domenica 27 novembre al convegnoServire una società che cambia: nuovi modelli organizzativi e modalità operative per le associazioni di servizio” promosso dai Lions Club di Sardegna, Lazio ed Umbria trattando il tema “Crisi economica e dignità della persona: le sfide di una Città Metropolitana

La Città Metropolitana di Cagliari rappresenta il punto in cui si concentrano le richieste di aiuto e di sostegno provenienti dai territori limitrofi: anche per questo motivo, è particolarmente complesso per una città metropolitana dare risposte che affrontino concretamente le esigenze della comunità” ha affermato il sindaco.

In questi ultimi tre anni abbiamo dovuto affrontare la drammatica crescita del numero di famiglie e di cittadini che improvvisamente hanno visto le loro capacità di produrre reddito fortemente ridotte se non completamente annullate. Famiglie che mai avrebbero ipotizzato di dover ricorrere ad un aiuto da parte delle istituzioni o del volontariato e che invece si sono ritrovate in situazioni difficilissime. Alla difficoltà economica si è aggiunta quella psicologica conseguente al veder crollare le loro certezze. Ancor più per questi motivi – ha proseguito il primo cittadinoè sempre necessario aver presente che ogni risposta ad una richiesta di aiuto deve garantire il rispetto della dignità della persona e della sua sensibilità. A questo principio si è ispirata la nostra azione e credo che un ottimo esempio sia la modalità scelta per l’erogazione dei buoni spesa. Infatti abbiamo optato per caricare i fondi direttamente sulle tessere sanitarie che è stato possibile così utilizzare come carta di pagamento tutelando la privacy dei cittadini”.

A seguire è intervenuta l’assessora alle Politiche sociali Viviana Lantini, con una relazione sulle risposte alle nuove sfide tra ipotesi strategiche e “prove pratiche” sul campo.

Anni di crisi sanitaria prima ed economica poi hanno fortemente provato le famiglie italiane ma anche messo a dura prova le capacità d’intervento del volontariato – ha dichiarato Fabrizio Sciarretta, coordinate dei Lions di Sardegna, Lazio e Umbria – è necessario quindi individuare nuove strade. Certamente mettere in rete le capacità operative di tutte le organizzazioni ma anche sfruttare le tecnologie digitali per rivedere le modalità operative della solidarietà e creare nuove opportunità di servizio alla cittadinanza“.

Nella giornata precedente di sabato 26, il presidente del Consiglio Edoardo Tocco ha aperto i lavori del Congresso d’autunno del Distretto Lions 108L che si sono articolati per l’intera giornata con relazioni e work shop tematici.

Cagliari, il convegno Servire una società che cambia

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...