fbpx

Russia, la Brigata Wagner verso Mosca: “La guerra civile è iniziata”

Dmitry Peskov: "Putin farà un appello nel prossimo futuro"

Russia, la Brigata Wagner verso Mosca: “La guerra civile è iniziata”.

“La guerra civile è ufficialmente iniziata”. Lo scrive su Telegram uno dei canali legati al Gruppo Wagner, diffondendo le immagini di un elicottero russo che sarebbe stato abbattuto a Voronezh dai mercenari di Prigozhin dopo che quest’ultimo li aveva attaccati. “Uno dei convogli del Gruppo Wagner è stato attaccato nella regione di Voronezh. Anche l’aviazione sta lavorando. La guerra civile è ufficialmente iniziata” scrivono su Telegram.

Gruppo Wagner verso Mosca - Russia
Gruppo Wagner verso Mosca – Russia

 

Dopo la ribellione di Wagner, Vladimir Putin farà presto un discorso. Lo ha annunciato, riporta la Tass, il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. “In effetti, Putin farà un appello nel prossimo futuro”, ha detto, rispondendo ad una domanda, riporta l’agenzia.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

“Un’enorme quantità di territorio è persa, i soldati vengono uccisi in numeri tre, quattro volte superiori a quelli dei documenti mostrati ai vertici militari”. E’ quanto afferma Yevgeny Prigozhin in un video su Telegram in cui esorta i russi a non credere a quello che dicono i media di stato. “Quando vi dicono che Wagner ha interferito con il lavoro ed è per questo che qualcosa al fronte è crollato, le cose al fronte non sono crollate per questa ragione”, ha aggiunto.
Si tratta di una compagnia paramilitare privata russa nata nel 2014 e guidata da Evgeny Prigozhin, “il cuoco di Putin”. Gli uomini sono stati utilizzati in vari teatri di guerra, dal Donbass alla Libia e alla Siria. Nel 2022 viene dispiegata nel conflitto in Ucraina in varie missioni e battaglie, come quella di Bakhmut, ma nel 2023 entra in rotta di collisione con il Cremlino.

Il capo dei mercenari Wagner Yevgeny Prigozhin
Il capo dei mercenari Wagner Yevgeny Prigozhin

 

“Noi siamo arrivati qui e vogliamo ricevere il capo degli Stati Maggiori e Shoigu. A meno che non vengano, noi rimarremo qui, bloccheremo la città di Rostov e ci dirigeremo verso Mosca”. E’ quanto ha affermato Yevgeny Prigozhin nel video su Telegram con cui rivendica la presa degli obiettivi militari della città vicina al confine con l’Ucraina, minacciando di marciare verso Mosca con i suoi 25mila mercenari se il ministro della Difesa, Sergei Shoigu, e il generale Valery Gerasimov non andranno ad incontrarlo.

I combattenti del gruppo mercenario Wagner sono schierati nelle strade vicino al quartier generale russo del distretto militare meridionale nella città di Rostov-sul-Don. E’ quanto testimonia una serie di foto diffuse da Reuters e pubblicate dal Guardian. Nelle foto si vedono i miliziani pattugliare l’area con alle spalle un cingolato con la lettera ‘Z’. In un’altra immagine si vede un gruppo di mercenari armati in posa.
Il ministero della Difesa russa ha rivolto un appello ai mercenari della Wagner affermando che sono stati “tratti con l’inganno nell’avventura criminale di Prigozhin” ed esortandoli a non partecipare “alla rivolta armata”.
Facciamo appello ai combattenti delle squadre d’assalto Wagner”, recita l’appello, riportato dalla Tass, in cui si ricorda che “molti vostri compagni di diversi distaccamenti si sono già resi conto del loro errore” ed hanno chiesto aiuto per lasciare la formazione guidata da Prigozhin.
“Vi chiediamo di mostrare prudenza e di mettervi in contatto con i rappresentanti del ministero della Difesa russo o delle forze dell’ordine il prima possibile. Garantiamo la sicurezza di tutti”, conclude il ministero della Difesa.

Russia, la Brigata Wagner vergo Mosca: "La guerra civile è iniziata"

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×