fbpx
CAMBIA LINGUA

Bracconaggio all’interno della riserva integrale “Lago Preola e Gorghi Tondi”. Due soggetti identificati e denunciati dai Carabinieri forestali

Tinvenute alcune buche nel terreno ricolme di mais e alcune postazioni dove i bracconieri si sarebbero riparati in attesa dell’arrivo degli animali

Bracconaggio all’interno della riserva integrale “Lago Preola e Gorghi Tondi”. Due soggetti identificati e denunciati dai Carabinieri forestali.

I Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura di Palermo – Nucleo Cites con il supporto dei militari dei Distaccamenti Cites di Trapani e Punta Raisi, al termine di un’articolata attività di antibracconaggio hanno denunciato alla locale Procura della Repubblica un 68enne e un 56enne, intenti ad effettuare la caccia al cinghiale all’interno dell’area protetta “Riserva Naturale Integrale Lago Preola e Gorghi Tondi” di Mazara del Vallo (dove la caccia è sempre vietata).

I militari sorprendevano i due uomini all’interno dell’area protetta, in orario serale, muniti di fucili, visori termici ed ottica di precisione, nonché di strumenti idonei a richiamare gli animali (consistenti in secchi con mais, di cui i cinghiali sono ghiotti).

A riprova della volontà di effettuare una battuta di caccia dentro la riserva, sono state rinvenute, a breve distanza, alcune buche nel terreno ricolme di mais e alcune postazioni dove i bracconieri si sarebbero riparati in attesa dell’arrivo degli animali.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Ai due soggetti, fermati prima che riuscissero a mettere in pratica i loro scopi, sono state sequestrate le armi, le munizioni e i mezzi di caccia.

L’odierna attività si colloca all’ interno dell’impegno quotidiano che l’Arma dei Carabinieri rivolge al contrasto dei reati ambientali e in danno degli animali e, in particolare, all’intensificazione dei controlli per il contrasto del bracconaggio, soprattutto all’ interno delle aree protette.

Bracconaggio all'interno della riserva integrale "Lago Preola e Gorghi Tondi". Due soggetti identificati e denunciati dai Carabinieri forestali

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×