Presentato da Roberto Villa e Salvo Nugnes, il Maestro Gabriele Maquignaz

Milano, 30 aprile. Gabriele Maquignaz è l’anima artistica della Valtournenche. Non a caso lo storico dell’arte Philippe Daverio l’ha soprannominato “lo sciamano del Cervino” proprio per alcune sue peculiarità inconfondibili. Tra cui il fatto di essere un artista-eremita propenso alla spiritualità. Ultimamente tuttavia Gabriele Maquignaz ha accantonato l’aspetto più “solitario” per scendere in campo, in prima linea. E lo fa prendendo due direzioni. La Porta dell’Aldilà e la piattaforma Arte per la Vita.

La prima strada è il proseguimento di un sentiero già tracciato con il Codice Maquignaz e quello dell’Aldilà. Si allarga e consolida il 6 febbraio alla libreria Bocca di Milano. Qui l’artista presenta il suo catalogo edito da Skira “La Porta dell’Aldilà” assieme ai proff. Philippe Daverio e Guido Folco. Un enorme successo costellato dalla performance dal vivo. L’appuntamento è stato trasmesso al Tgcom24 per il format Arte in quarantena.

Un mese dopo nel suo studio-galleria ai piedi del Cervino il curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, manager di noti vip, e il celebre fotografo Roberto Villa, amico di Pier Paolo Pasolini e di Dario Fo, lo intervistano. L’occasione speciale è il vernissage di una mostra antologica su Pier Paolo Pasolini, da lui ospitata. Qui ribadisce il concetto del superamento delle dimensioni spazio e tempo e il raggiungimento di un’altra realtà, quella spirituale, attraverso la sua arte. Tutto è codificato da riti e simboli, concentrato in uno scrigno di meraviglie che ricordano tempi antichissimi.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Proprio nel corso di questi giorni, con il dilagare del contagio da Covid-19, prende forma un progetto da lui capitanato: Arte per la vita. Inizialmente presentato a Uno Mattina su Rai 1, Maquignaz regala un’altra performance. La “Distruzione del Coronavirus” andrà successivamente in onda anche su Canale Italia. Il Maestro getta così un primo seme di speranza: l’arte può vincere la pandemia. E può farlo concretamente con Arte per la Vita.

Su questa piattaforma online vengono raccolte numerose opere d’arte acquistabili a prezzi che vanno da poco meno di 50€ in su. Chiunque, comprando una di queste creazioni, potrà aiutare l’AUSL della Regione Autonoma della Valle d’Aosta.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...