Point of View al Made4Art di Milano

98

Martedì 6 Settembre alle ore 19 con un vernissage riapre allo spazio Made4Art di Milano la stagione espositiva con una nuova mostra, una collettiva, dal titolo Point of View, dove troveremo presenti opere di artisti e fotografi quali Guido Alimento, Paolo Bongiamino, Roberto Grillo e Diego Pedemonte.

Point of View si inserisce in un complessivo progetto speciale, curato da Elena Amodeo e da Vittorio Schieroni, la prima edizione è stata Human Traces, e volge la propria attenzione sul rapporto tra uomo e natura, tra uomo e ambiente, tra uomo e contesto in cui si colloca, in cui, spesso, lascia una propria presenza, alcune volte il passaggio dell’uomo risulta impercettibile, altre volte ancora, invece, sono le architetture che ne testimoniano la presenza, tanto da concederci una serie di stratificazioni, una progressione di dati reali che, se ricomposti, ci apportano verso paesaggi e panorami prospettici appartenenti a un patrimonio individuale che si traduce in collettivo.

Ritorna, così, il concetto di tracce, ossia percorsi esplorativi immortalati dagli obiettivi fotografici e artistici dei quattro autori, scelti dai curatori in riferimento al tema della mostra, tali da concederci visioni diverse e plurali, punti di vista di un Altro e una rappresentazione di noi in una cornice estetica unica e immensa.

Si parte, così, da una prospettiva su Pompei di Guido Alimento, in cui la presenza remota dell’uomo viene avvertita come vittima dell’imprevedibilità della natura, per proseguire con Paolo Bongianino in una ricerca puntuale su una visione delle tracce remote o prossime lasciate dall’uomo sull’ambiente, giungendo all’astrattismo dovuto a forme e a figure geometriche dai contorni non definiti che esplicano le immagini aleatorie ed effimere di Roberto Grillo e che si avvicinano alle figure di Diego Pedemonte, con un insieme di visioni che tessono rappresentazioni della solitudine, della meditazione e della riflessione dell’uomo sull’ambiente circostante.

Le visioni che le opere degli autori ci donano sono tali da garantirci un complessivo sguardo sul tema della collettiva e sulla poliedrica raffigurazione dell’umanità nella propria complessità, affrontata da contrasti e da armonie tali da renderci chiara la concezione di rapporto tra uomo e la natura.

Articolo di Alessandro Rizzo

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...