Livorno, Ettore Ermanno Morelli dona al Museo “G.Fattori” due opere di Gordigiani e un autoritratto di Nino Costa

Il collezionista aveva già prestato un campanaccio dipinto da Giovanni Fattori

Livorno, un collezionista fiorentino di pittura toscana (e non solo) dell’ 800, Ettore Ermanno Morelli, ha donato al Museo civico “G.Fattori” e alla città di Livorno, tre importanti opere: due dell’artista Michele Gordigiani, Autoritratto e Le sorelle Sartori e miss Leight; la terza, invece, è un Autoritratto di Nino Costa.

Continua così il rapporto che unisce il Comune di Livorno e il collezionista.

Una collaborazione iniziata nel 2015 con il prestito del campanaccio dipinto da Giovanni Fattori che, posto di fianco alla grande opera simbolo dell’artista livornese, Mandrie Maremmane, andò ad arricchire e a completare per un periodo l’esposizione del secondo piano del Museo civico “G. Fattori” a Villa Mimbelli

Oggi, 21 giugno invece la firma del contratto per la donazione delle tre opere, che sono arrivate a Villa Mimbelli questa mattina accompagnate dallo stesso Morelli e dalla moglie.

Dall’Amministrazione comunale il più sentito ringraziamento per questo gesto gradito ed estremamente importante per le collezioni civiche.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...