Lecco, invito alla inaugurazione del restauro della cappella dell’Assunta e nuove installazioni nel Museo Manzoniano

Lecco, il Museo Manzoniano di Lecco arricchisce il suo percorso museale con la restaurata Cappella dell’Assunta, cappella privata della villa che ospita fra le numerose opere la pala d’altare di Carlo Preda “Madonna dell’Assunta”. Recentemente riallestita, la cappella si qualifica ulteriormente grazie a questo importante restauro finanziato dalla Fondazione Comunitaria del Lecchese Onlus e con la sponsorizzazione tecnica della ditta Telmotor.

Nella sala 8, dedicata alla Storia della Colonna Infame del museo, l’allestimento vede invece l’importante aggiunta del videomapping, opera di Igor Imhoff, docente di Digital Art all’Accademia di Venezia. Questo intervento è stato reso possibile anche grazie alla raccolta fondi lanciata in occasione di Cracking Art e in collaborazione col consorzio Consolida e Auser provincia di Lecco.

All’inaugurazione, sarà presentato anche il video “Il nuovo Museo Manzoniano di Lecco” del giovane film maker lecchese Antonio Losa, che costituirà l’asse strategico della comunicazione e del marketing del nuovo Museo Manzoniano, che per importanza culturale delle collezioni esposte e per numero di visitatori, rappresenta oggi uno dei quattro musei letterari più importanti d’Italia, insieme al Vittoriale di Gardone Riviera, Casa Leopardi di Recanati e Casa Manzoni di Milano.

“Ancora una volta la collaborazione e la sinergia strategica tra il Comune di Lecco e alcune realtà private del territorio ha permesso di raggiungere un importante obiettivo, non solo all’interno della programmazione dell’amministrazione comunale, ma anche e soprattutto per la fruizione culturale di turisti e cittadini dei nostri beni – commenta l’assessore alla cultura del Comune di Lecco Simona Piazza. Parlo del completamento del piano terra con il restauro della Cappella realizzato grazie al contributo della Fondazione Comunitaria del Lecchese Onlus guidata dal presidente Mario Romano Negri e dell’allestimento della sala 8 del Museo Manzoniano, realizzata grazie alla raccolta fondi promossa da Cracking Art, a cura di un gruppo di giovani coordinati anche dall’Auser provinciale di Lecco e dal consorzio Consolida. Tutto questo verrà presentato in una serata programmata all’interno della Notte bianca e rappresenta un punto d’arrivo importante per uno dei più importanti musei letterari e case museo d’Italia, ma anche il preludio a una successiva fase che vedrà la villa oggetto di ulteriori lavori di restauro nei prossimi anni.

Le nostre radici manzoniane sono fondamentali ed è fondamentale recuperarne il patrimonio, valorizzarlo e metterlo a disposizione dei nostri cittadini e dei tanti turisti che vengono in città anche richiamati dal nome e dall’importanza di Alessandro Manzoni”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...