Lecco in acquarello, quarta edizione, “La sfida della parola”

Dal 21 maggio al 12 giugno, l'esposizione "Lecco in acquarello", giunta alla quarta edizione, intitolata "La sfida della parola"

Lecco in acquarello, quarta edizione, “La sfida della parola”.

Le sale della Torre Viscontea e il cortile del palazzo comunale ospiteranno dal 21 maggio al 12 giugno l’esposizione “Lecco in acquarello”, giunta alla quarta edizione, intitolata “La sfida della parola”.

A fianco all’allestimento tradizionale, l’appuntamento di quest’anno si propone di dislocare in ambienti diversi dalla tipologia museale, utilizzando spazi e strutture alternativi, l’installazione dei lavori in tecnica di acquarello selezionati da “Fabriano in acquarello”, sul cui modello si basa la versione lecchese.

Gli spazi di pubblica affissione siti presso la zona centrale di Lecco, messi a disposizione dal Comune, saranno lo strumento di divulgazione e di anteprima delle opere che saranno fisicamente collocate anche all’interno di alcuni esercizi commerciali che prenderanno parte al progetto.

In tutte le edizioni “Lecco in acquarello” promuove la formazione delle giovani generazioni: per tale ragione sono stati avviati laboratori con le scuole del territorio, con progetti specifici destinati alle scuole primarie di Lecco 3 e all’istituto d’istruzione superiore “Medardo Rosso” di Lecco.

Di quest’ultimo, la sezione grafica ha realizzato i manifesti e curato la comunicazione pubblicitaria, espositiva, sito web e social e impaginato un libro di graphic memoir; la sezione figurativo realizzerà le illustrazioni del libro in graphic memoir con il testo di Lodovica Cima “La voce di carta”, grazie al supporto e alla supervisione di esperti di fumetto. Otto classi del comprensivo Lecco 3, invece, attraverso la proiezione di tutorial sull’utilizzo dell’acquarello e la manipolazione della carta, illustreranno alcune scene sempre tratte dal libro di Cima.

Alla Torre Viscontea troveranno spazio la mostra personale del maestro acquarellista Angelo Gorlini, alcune opere degli allievi della scuola “Gorlini” e gli elaborati degli studenti del Liceo Artistico Medardo Rosso. La Torre osserva i seguenti orari di apertura: giovedì dalle 10 alle 13, venerdì e sabato dalle 14 alle 18 e domenica dalle 10 alle 18.

Il cortile del palazzo comunale ospiterà l’esposizione dei disegni delle scuole primarie di Lecco 3, e sarà accessibile da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18 e sabato dalle 8 alle 12. Entrambe le esposizioni sono a ingresso libero.

Quest’anno Lecco in acquarello pervaderà idealmente tutta la città, raggiungendone concretamente molti spazi e creando una doppia sinergia tra le riproduzioni delle opere mostrate sui tabelloni pubblicitari e le opere contestualizzate nell’ambiente museale o commerciale – dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Lecco, Simona Piazza –.

Questa operazione permetterà una maggiore divulgazione delle opere e una partecipazione dei visitatori con il coinvolgimento anche delle associazioni di categoria e dei commercianti, messi a dura prova dell’emergenza pandemica. Da ultimo, la collaborazione con le scuole lecchesi permetterà di dare voce al talento dei nostri giovani, che potranno esplorare le strade dell’arte e sviluppare, con il supporto di esperti, la propria vena creativa“.

Assocultura Confcommercio Lecco – spiega il presidente Antonio Peccati – ha deciso di sostenere anche questa quarta edizione di “Lecco in Aquarello”. Una manifestazione importante – inserita nella rassegna Leggermente e già lanciata in anteprima durante la presentazione della tredicesima edizione del festival di promozione della lettura – che vede protagonisti gli studenti e che permette una preziosa occasione formativa alle nuove generazioni.

Siamo convinti che queste iniziative possano offrire una significativa opportunità per i ragazzi e, nell’ottica di testimonianza e di “restituzione” alla città dei loro lavori, abbiamo coinvolto i nostri commercianti per dare ancora più visibilità al progetto”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...