Lecco, dal 18 marzo la mostra “Futuristi. Una generazione all’avanguardia”

Si terrà sino al 18 giugno a Palazzo delle Paure

Lecco, dal 18 marzo la mostra “Futuristi. Una generazione all’avanguardia”.

La mostra indaga la presenza di linguaggi d’avanguardia nell’Italia dei primi decenni del Novecento. L’esposizione, curata da Simona Bartolena, prodotta e realizzata da ViDi – Visit Different, in collaborazione con il Comune di Lecco e il suo Sistema Museale Urbano Lecchese, si concentra sull’esperienza futurista.

Futurismo

Questo movimento artistico si è sviluppato, nelle sue molteplici espressioni, attraverso le opere dei suoi più celebri rappresentanti, da Giacomo Balla a Luigi Russolo, da Gino Severini a Enrico Prampolini, da Filippo Tommaso Marinetti ad Antonio Sant’Elia, da Fortunato Depero a Tullio Crali, a molti altri ancora.

Il Futurismo, uno dei movimenti d’avanguardia più importanti d’Europa, nato e sviluppatosi in Italia, ha saputo portare la sua ventata di novità e rivoluzione nelle arti visive, nella letteratura, nella musica ma anche nel vivere quotidiano.

La mostra

La rassegna racconta il Futurismo nelle sue diverse generazioni e declinazioni e i suoi rapporti con la scena Europea e con la società italiana del tempo, mettendolo a confronto con altre tendenze ed espressioni artistiche d’avanguardia dei primi tre decenni del secolo.

art

Non solo opere su tela e non solo grandi nomi, dunque, in una panoramica coinvolgente sugli esiti noti e meno noti del movimento: dai dinamismi di Balla ai raid aerei di Crali, dagli Intonarumori di Russolo alla bottiglietta del Campari di Depero.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...