"Inni urbani. Verso la perfieria" alla Galleria degli Artisti di Milano

209

Sabato 17 Settembre alle ore 18 presso la Galleria degli Artisti in Via Nirone 1 a Milano si terrà l’inaugurazione di “Inni urbani. Verso la periferia”, bipersonale di Cecilia Canzian Ferrari Trecate e di Nadia Zoller.

Cecilia e Nadia sono due architette e da sempre lavorano nella conoscenza urbana e nella consapevolezza degli spazi come forme di progettazione e di ideazione di un vivere quotidiano, che veda al centro la persona con le proprie esisgenze e la propria cultura.

La bipersonale, che sarà presentata dallo storico dell’arte, professor Enrico Fava, vuole partire dalla conoscenza professionale delle due autrici per introdurre un discorso estetico compositivo, nuovo e originale: il concetto di bipersonale consiste proprio nel confronto che sussiste tra due punti di vista diversi, quello di Cecilia e quello di Nadia, nel narrare un diario di viaggio nella città, in quelle realtà au cui, spesso, non ci si sofferma a scrutare e osservare, magari in un’ottica iperrealista, quale quella, spesso,definita dalle fotografie delle due autrici.

Se le opere fotografiche dell’una appartengono a una visione di insieme, complessa e contrastante della città nella sua molteplice evoluzione dinamica, le opere dell’altra assaporano del dettaglio e del particolare come procedimenti estetici e visivi tali da inoltrarci in un apprendimento delle forme e delle linee come sintassi esplicative della città stessa. Il generale si confronta con il particolare, dunque, nella bipersonale di Cecilia e di Nadia, entrambe unite, appunto, come sostiene lo stesso titolo della mostra, dal rappresentare gli inni urbani, ossia quella visione e quell’ottica di osservazione di punti di vista che riconducono alla nostra contemporaneità urbana, fatta di contraddizioni, da un centro urbano più lavorativo, elegante e affaristico a una periferia, soggetto precipuo della bipersonale, più contrastante, contraddittorio e dal sapore popolare, luogo di una bellezza recondita e nascosta, ideale e tangibile  attraverso sintassi fotografiche differenti e concetti estetici diversi. Il contrasto crea dinamica estetica in fotografie dal tono ora delicato, ora più marcato, ora più statico, ora più mobile, ora più particolareggiato, ora più comprendente, evidenziando la padronanza tecnica delle due autrici e tale da rendere lo strumento funzionale al raggiungimento del reale concetto rappresentativo.

La bipersonale, Inni urbani. Verso la periferia, di Cecilia Canzian Ferrari Trecate e di Nadia Zoller rimarrà esposta al pubblico fino al 24 Settembre. 

Articolo di Alessandro Rizzo


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...