I viaggi di Teju Cole in esposizione al Forma Meravigli

181

Dal 27 aprile presso lo spazio Forma Meravigli prenderà il via la mostra “Punto d’ombra” del fotografo Teju Cole, una sorta di diario visivo che in 65 immagini e parole racconta i suoi lunghi viaggi in giro per il mondo.
Teju Cole, storico, scrittore e fotografo che lavora per il New York Times Magazine, ha iniziato questo progetto nel 2011 quando, a causa di una piccola perforazione della retina, fu temporaneamente impossibilitato nel vedere da un occhio, fattore che cambiò inevitabilmente la sua percezione dello spazio che lo circondava, creando quel “punto d’ombra” che gli ha così permesso di aprire diversi interrogativi su ogni singolo scatto. Cosa ci fa una forbice da parrucchiere riposta sul comodino vicino ad un letto a Milano, perché a Lagos, in Nigeria, la sorte ha destinato un uomo a dormire su un tavolo, quali misteri nasconde il dipinto fotografato a Berlino nella hall dell’albergo? Sono queste e molte altre le domande a cui Teju Cole prova a darsi una risposta, correlandole di aneddoti ogni singola fotografia.

 

Punto d’ombra è una mostra (ed un libro) realizzati in esclusiva presso lo Spazio Forma Meravigli, a cura di Alessandra Mauro, direttrice editoriale di Contrasto e direttore artistico della fondazione FORMA per la fotografia. Durante il vernissage di mercoledì 27 aprile alle ore 12.00 sarà presente l’autore.

 

Punto d’ombra – fotografie di Teju Cole
a cura di Alessandra Mauro

Articolo di Settimio Martire


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...